Superbike, Alvaro Bautista

Superbike: Alvaro Bautista “Questa Honda nel misto sembra una MotoGP”

Alvaro Bautista ha corso 9 volte in MotoGP al Montmelo e conferma: "Sul rettilineo la differenza è tanta ma nel misto con la Superbike si va fortissimo"

9 luglio 2020 - 9:33

Alvaro Bautista è tornato in sella alla CBR-RR nei test Superbike al Montmelò dopo oltre quattro mesi di stop. “Nel frattempo mi sono tenuto in forma e ho girato con la Supermotard e anche in flat track, ma niente di paragonabile alla mia Fireblade” confida lo spagnolo ex Ducati. “Nei primi giri era tutto così veloce, non riuscivo a seguire il passo con la testa. Poi i riflessi sono tornati, ma credo che il primo giorno sia servito soprattutto a me, più che allo sviluppo.”

La Honda nel misto come la MotoGP

La Superbike non ha mai gareggiato al Montmelo, per cui per rendersi conto del livello occorre guardare ai riferimenti MotoGP, che in Catalogna fa tappa da sempre. Nella prima giornata i valori sono decisamente vicini  (qui il riepilogo dei tempi). Scott Redding con la Ducati è stato il più rapido con 1’41″727, non tanto distante da 1’40″507 miglior giro in gara di Marc Marquez vincitore per distacco del GP del giugno 2019. Alvaro Bautista ha fatto il quinto crono in 1’42″320. Su questo tracciato Alvaro Bautista ha disputato nove GP con quattro MotoGP differenti: Suzuki, Honda, Aprilia e Ducati. “Sul rettilineo (è lungo 1046 metri, ndr) la Superbike va molto più piano, per cui rischi quasi di annoiarti, ma nel resto del tracciato le differenze sono minime. Mi ha sorpreso il livello di grip, è migliore di quanto mi ricordi. Forse questa sensazione è dovuta alla minore potenza che abbiamo rispetto alla top class, oppure alle specificità delle gomme”.

Niente evoluzioni

Alvaro Bautista assicura che la Honda che stiamo vedendo in azione in questi ultimi test prima della ripresa del Mondiale sia la stessa identica con cui ha gareggiato in Australia. “In HRC hanno preparato molte novità, ma qui non le abbiamo. Ce ne occuperemo nel prossimo test.” La sensazione è, comunque, che Honda stia andando avanti spedita. Alla ripresa delle ostilità Alvaro Bautista potrebbe creare parecchi problemi a Rea e Redding…

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Marc Marquez

MotoGP: tanti colpevoli nell’affare Marc Marquez

Superbike, Scott Redding

Scott Redding tra Superbike e MotoGP: una ‘bomba’ nel box Ducati

Superbike, Yamaha

Superbike: Yamaha corre ai ripari, c’è un problema motori come in MotoGP?