Superbike, Alex Lowes

Superbike: Ahi Ahi Alex Lowes, ferito in allenamento. Si ferma tre settimane

Alex Lowes non prende parte ai test Kawasaki Superbike a Jerez, causa l'infortunio in allenamento con il Flat Track. Tornerà in sella il mese prossimo

11 febbraio 2021 - 8:39

Superbike di nuovo in azione a Jerez, dov’è impegnata la Kawasaki con il solo Jonathan Rea insieme a diversi colleghi della MotoGP.  Manca all’appello Alex Lowes che, come comunicato in via ufficiale dal team KRT, si è ferito nei giorni scorsi allenandosi con la moto da Flat Track.

“Tre settimane di stop”

Alex Lowes si è procurato la lesione di una spalla in un’incidente occorsogli mentre si allenava con la moto da Flat Track” ha dichiarato la portavoce Eva Blanquez. “Alex era impegnato nel suo programma di allenamento fisico invernale. L’infortunio non è grave, ma i medici gli hanno consigliato di non forzare i tempi di recupero, prescrivendo due-tre settimane di riposo. E’ solo un piccolo contrattempo.” Salvo complicazioni, Alex Lowes potrebbe tornare in sella nei prossimi test che Kawasaki ha programmato a Portimao il 4-5 marzo.

Nuova Ninja, lo sviluppo riparte

Jonathan Rea in Andalusia tenterà di recuperare il tempo perduto il mese scorso, quando causa maltempo sono saltate le due giornate di collaudo alle quali avrebbe dovuto partecipare anche lo squadrone Ducati al gran completo. Redding, Rinaldi e Rabat hanno rimediato con un sola giornata di test a Misano settimana scorsa, il team Kawasaki invece ha preferito restare in Spagna per lavorare su un tracciato dove ingegneri e pilota hanno una mole enorme di riferimenti. L’obiettivo è portare avanti lo sviluppo della nuova Ninja, con motore e aerodinamica profondamente rivisitati rispetto alla precedente versione.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike Althea

Superbike, Althea torna nel mondiale Supersport con Caricasulo e la V2

Superbike, Chaz Davies

Superbike, Chaz Davies cerca lavoro: “Questo è il mio mondo”

Iker Lecuona

MotoGP, Iker Lecuona critica KTM: “Non è corretto”