toprak superbike

Superbike: Toprak, salvataggio alla Marc Márquez… Anzi, quasi (VIDEO)

Toprak Razgatlioglu, un salvataggio impossibile mancato di poco. Il giovane turco lascia Jerez con un doppio terzo posto.

3 agosto 2020 - 7:41

C’è mancato davvero poco perché Toprak Razgatlioglu riuscisse nel salvataggio di giornata. Il pilota Pata Yamaha WorldSBK non è ormai una novità per quanto riguarda manovre funamboliche, ma il numero stavolta non è riuscito. Nel corso del giro di ricognizione, prima della partenza di Gara 2 Superbike, ad un certo punto ha lasciato scorrere il posteriore, perdendo però l’anteriore. Accortosi della situazione, ha cercato di salvarsi, come tante volte abbiamo visto fare in MotoGP a Marc Márquez, ma il tentativo si è concluso in una caduta a bassa velocità. Il giovane turco (non senza qualche conseguenza) è subito ripartito, schierandosi regolarmente in griglia: ha chiuso la gara in terza posizione.

VIDEO La scivolata di Toprak Razgatlioglu

Diciamo che comunque è stata un’ottima ripartenza, anche se pure stavolta ha rimediato uno zero in una delle tre gare. Terzo in Gara 1, KO in Superpole Race per problemi tecnici alla sua Yamaha, di nuovo terzo in Gara 2. Un bilancio piuttosto positivo sotto gli occhi del suo mentore Kenan Sofuoglu (che ha festeggiato anche la vittoria del nipote Bahattin in Supersport 300). “Decimo in griglia, terzo al traguardo: davvero un bel risultato” ha commentato Toprak Razgatlioglu una volta conclusa l’ultima gara domenicale. “Non avevamo il ritmo per puntare alla vittoria, ma siamo contenti della performance della R1: mi ha permesso di guadagnare un bel po’ di punti.” Tempo di fare le valigie e di spostarsi: il prossimo weekend c’è già il terzo round stagionale, stavolta in Portogallo.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Garrett Gerloff

Superbike: Garrett Gerloff scala il podio, e se fosse solo l’inizio?

Superbike, Scott Redding

Superbike, Scott Redding ci ha messo il cuore ma per il Mondiale non basta

andrea locatelli supersport

Supersport: Andrea Locatelli Campione, una sfida rivelatasi vincente