bautista haslam hrc superbike

Superbike 2021: Bautista e Haslam, adesso Honda vuole vincere

Nuova stagione Superbike, rinnovate ambizioni in Honda HRC. Si comincia ad Aragón, sede dell'unico podio 2020 con Bautista. "Siamo già in modalità gara."

19 maggio 2021 - 12:15

L’attesa è finita, comincia una nuova stagione Superbike anche per il Team HRC. Alte ambizioni per la casa dell’ala dorata, così come per Alvaro Bautista e Leon Haslam, determinati a ben figurare fin da subito al MotorLand Aragón. Primo round di un calendario provvisorio che al momento prevede 13 eventi tra Europa, Asia ed America Latina, chiaramente però soggetto all’evoluzione della pandemia. Il duo Honda riparte dai progressi compiuti in sella alla CBR1000RR-R Fireblade nel corso dei test invernali, e con fiducia, ripensando anche al podio 2020 dell’alfiere spagnolo in Gara 2 proprio sulla pista aragonese. Gli orari del primo round.

“L’inverno è stato lungo” ha dichiarato Alvaro Bautista, ancora non al 100% per un incidente in allenamento. “Non abbiamo neanche potuto provare molto, a causa dei limiti di regolamento e di poca fortuna col tempo. Per quanto riguarda lo sviluppo della moto, abbiamo fatto qualche buon passo avanti ed il feeling con la moto è migliorato.” Per quanto riguarda il lavoro al box, “Ad Aragón ritroviamo alcuni ingegneri giapponesi assenti nei test per ragioni logistiche legate alla pandemia, anche se ci hanno seguito a distanza.” Si avvicina all’inizio della stagione con ottimismo. “Sono contento di cominciare da dove ho conquistato il podio l’anno scorso” ha sottolineato. “Siamo tutti molto motivati, speriamo di partire bene.”

Non meno carico è il compagno di box Leon Haslam, determinato ora a mostrare anche in un weekend di gara i progressi compiuti durante i test. “Certo ci sono ancora alcuni aspetti su cui lavorare, ma siamo migliorati rispetto alla scorsa stagione. Negli ultimi mesi sono rimasto soprattutto in Spagna assieme al nostro team manager Leon Camier ed al mio capotecnico. Ho cercato di sfruttare al massimo ogni momento, allenandomi duramente e completando anche una corsa in bici di 200 km lo scorso weekend. Mi sento preparato, così come la squadra: siamo già in modalità gara.”

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Loris Baz, Ducati

MotoAmerica, La Ducati in fumo spegne il sogno di Loris Baz

ana carrasco

Ana Carrasco, il ritorno della ‘guerriera rosa’. “Una gara pazza!”

Superbike, Michael Rinaldi

Superbike: Fate largo a Michael Rinaldi, il pilota operaio