Jonathan Rea a Teruel

Live Superbike Teruel: storica vittoria di Rinaldi, 2° Rea, Redding KO

LIVE Gran Premio Teruel (Aragon) di Superbike 2020. La diretta di Gara-1 in tempo reale con commenti e aggiornamenti giro dopo giro.

5 settembre 2020 - 14:32

Vittoria italiana per Michael Ruben Rinaldi e Go Eleven sul circuito di Teruel (Aragon). Il pilota della Ducati indipendente ha guidato in testa dal primo all’ultimo giro regalando una gioia storica al suo team che non può che strappare lacrime. Lacrime di rabbia e sconforto, invece, per Scott Redding caduto a metà gara.

Seconda piazza per Jonathan Rea, ma è un secondo posto che vale oro per la classifica Superbike. Sul podio la Ducati ufficiale di Chaz Davies che vince la sfida diretta contro la Honda di Alvaro Bautista.

-2 giri: Rinaldi ha un vantaggio di 7″ su Rea e si invola verso il successo…

-4 giri: Cade Alvaro Bautista! Van der Mark supera Toprak, le due Yamaha in lotta per il 4° e 5° posto.

-5 giri: Davies punta Bautista e si mette 3°. Rinaldi si avvia verso una storica vittoria.

-6 giri: 5° e 6° posto per le Yamaha di Razgatlioglu e van der Mark. Lowes sorpassa Caricasulo.

-7 giri: 8 decimi di gap tra Bautista e Davies che al momento è la sfida più avvincente di questa Gara-1. Ai box Ducati Scott Redding piange sconfortato, consapevole di quanto possa significare questa caduta per la corsa al titolo iridato.

-8 giri: Caricasulo 9°, 5″ di vantaggio di Rinaldi su Rea. L’italiano della Ducati continua a girare costantemente sull’1’50”. 4° Davies che prova a dare l’assalto a Bautista per conquistare il podio.

-10 giri: Rinaldi continua a macinare decimi e ad avviarsi verso la sua prima vittoria nel Mondiale Superbike. 4″ di vantaggio su Rea!

-11 giri: Alla staccata della 5 cade Redding, una caduta che può pesare tanto per la corsa al Mondiale.

-12 giri: Si ferma ai box Marco Melandri. Redding compie un piccolo errore e consente a Bautista di mettersi negli scarichi.

-13 giri: Rinaldi continua a guadagnare decimi preziosi ad ogni giro. Adesso il distacco è di 1,6″. 12° Federico Caricasulo, Marco Melandri 16°.

-14 giri: 7 decimi di vantaggio di Rinaldi su Rea, Davies sale in quinta piazza e si mette all’inseguimento di Bautista. Il gallese della Ducati sembra patire qualcosa in partenza, come una settimana fa, prima di sfoderare una gara in rimonta.

-15 giri: Rinaldi scava un gap minimo di mezzo secondo. Bautista svernicia la Yamaha di Toprak!

-16 giri: Michael Rinaldi cerca di dettare il ritmo, ma Rea non molla la presa. Bautista all’attacco di Razgatlioglu.

-17 giri: Rinaldi passa davanti a Rea, a seguire Redding, Toprak, Bautista, Davies, Sykes, Haslam, van der Mark e Lowes.

-18 giri: Rea conserva il comando davanti a Rinaldi e Redding, buona la partenza di Toprak che dalla terza fila adesso è 4°.

14:00 – Parte il giro di riscaldamento. Posteriore SC0 per Rea e Redding, SCX per Redding.

13:55 – Alex Lowes non ha partecipato alla FP3 per problemi gastrointestinali. Stamane ha partecipato alla Superpole riuscendo ad agguantare il 9° posto.

13:50 – Buono il passi in avanti effettuato dalla Honda che prosegue il lavoro sul telaio per adattare la Fireblade alle gomme. Dopo l’esperienza dell’anno scorso, nella stagione 2020 di Superbike ha n nuove moto e piloti differenti. Si deve quindi ancora trovare un setting di base su cui lavorare.

13:45 – Assente Sandro Cortese che dovrà seguire una riabilitazione di mesi dopo l’incidente a Portimao. In dubbio il ritorno alle corse. Assente anche Tati Mercado dopo l’incidente della settimana scorsa.

Il pre-Gara di Teruel

Dopo le prove libere Superbike dominate dalla Ducati di Michael Rinaldi, Jonathan Rea torna alla ribalta nella Superpole. Il pentacampione partirà dalla prima finestra in griglia del circuito di Teruel e proverà a dare l’assalto alla vittoria in Gara-1. “Il nostro piano era questo, perché la posizione di partenza ad Aragon è fondamentale – ha detto Rea nel parco chiuso -. Grazie alla squadra per avermi dato una grande moto, il giro è stato ottimo. Ho voluto evitare il traffico partendo un po’ prima, volevo essere in pista senza avere distrazioni, abbiamo fatto un gran giro, soprattutto in quel T1 dove ho fatto la differenza“.

Jonnhy parte da grande favorito anche in questo week-end spagnolo di Superbike, dopo le due vittorie su tre incassate una settimana fa. Ma dovrà pur sempre fare i conti con le Ducati. In prima fila partiranno Michael Rinaldi, che sembra in stato di grazia dalle libere del venerdì, e il solito Scott Redding. Il britannico del team Aruba.it Racing-Ducati ha 10 punti di differenza in classifica mondiale e non ha nessuna intenzione di far lievitare questo gap. Ottava piazza per l’altra Panigale ufficiale di Chad Davies che soffre ancora qualcosa sul giro secco.

Dalla seconda fila si lanceranno la BMW di Tom Sykes e le due Honda di Alvaro Bautista e Leon Haslam. Lo scorso week end Bautista ha riportato HRC sul podio SBK dopo quattro anni e sembra aver trovato finalmente la quadra con la CBR1000RR-R. Più distaccate le Yamaha, con Toprak Razgatlioglu che occuperà la settima piazza sullo schieramento, 12° Michael van der Mark. A chiudere la terza fila la Kawasaki di Alex Lowes.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Garrett Gerloff

Superbike: Garrett Gerloff scala il podio, e se fosse solo l’inizio?

Superbike, Scott Redding

Superbike, Scott Redding ci ha messo il cuore ma per il Mondiale non basta

andrea locatelli supersport

Supersport: Andrea Locatelli Campione, una sfida rivelatasi vincente