Cesare Battistella manager di Alvaro Bautista

SBK, Simone Battistella: “Bautista non teme una nuova sfida”

Simone Battstella, manager di Alvaro Bautista, conferma che Ducati e lo spagnolo sono ad un passo dal divorzio: "Non ci sono le condizioni generali".

9 agosto 2019 - 14:33

Il matrimonio tra Alvaro Bautista e il team Aruba.it Ducati è sulla via del tramonto. L’offerta avanzata da Borgo Panigale non soddisfa le richieste del pilota spagnolo, rappresentato al tavolo delle trattative dal manager Simone Battistella. “Non abbiamo trovato un accordo con Ducati, per il momento non c’è la firma. Sia loro che noi stiamo parlando con altre strutture – ha ammesso il manager a Sky Sport -, nei prossimi giorni le idee saranno più chiare“.

Il vento dei pronostici sembra spingere Alvaro Bautista verso il nuovo progetto Honda, mentre Ducati guarderebbe a Scott Redding. Resta un margine minimo di speranza per rinnovare, anche se il dado è tratto. “Fino a quando non c’è la firma c’è sempre margine. C’è un’ottima relazione tra Ducati e Alvaro, ma in questo momento la vedo difficile trovare un accordo. Tecnicamente non ci sono problemi, ma dire che si tratta solo di condizioni economiche sarebbe sbagliato. Diciamo che non ci sono le condizioni generali“.

Puntare sulla Honda per la stagione 2020 rappresenta sicuramente un maggior stimolo dal punto di vista economico. Sul fronte tecnico è sicuramente un salto nel vuoto dagli esiti imprevedibili. “Alvaro non ha paura delle sfide, le ha accettate sia in MotoGP che in SBK. Quando parte un progetto è molto carico e propositivo, quindi non ha nessuna paura“, ha proseguito Simone Battistella. “C’è tanto lavoro da fare ancora, è stata una stagione con due colori completamente diversi e dobbiamo trovare una soluzione per essere competitivi come ad inizio stagione. Quest’anno con Ducati abbiamo fatto cose straordinarie, quindi bisogna concludere in bellezza“.

3 commenti

fabu
18:43, 9 agosto 2019

ha fatto perdere il mondiale a Ducati in una maniera inverosimile, giusto che le strade si dividano.

    aleps_1223595
    9:29, 10 agosto 2019

    Semmai Ducati stava per guadagnarsi un titolo del tutto inaspettato… Sarebbe stato un titolo di Bautista su Ducati, perché se andiamo a cercare gli altri portacolori di Borgo Panigale???? Non quali siano state le sue richieste, ma almeno quanto prende Davies sarebbe stato sacrosanto concederlo…

Ringhietto
17:36, 9 agosto 2019

Buon per lui….

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Supersport, Peter Ottl

Supersport 2020: Philipp Ottl dalla Moto2 alla Kawasaki Puccetti

Leandro Mercado

Video Superbike: Leandro Mercado che rimonta dal fondo!

Chaz Davies

Superbike: Chaz Davies, il ritorno del guerriero