Supersport MotoE

Supersport, lo “strano” caso di Aegerter: obbligato a correre in MotoE?

Il leader Supersport Aegerter perderà 50 punti nella corsa al titolo per la concomitanza con la MotoE a Misano. Semplice precedenza o questione di.. penali?

16 settembre 2021 - 12:22

La concomitanza Superbike-MotoGP mescola molto le carte per quanto riguarda le entry list delle varie classi, soprattutto la Supersport. Questo weekend i due circus saranno di scena rispettivamente a Barcellona e Misano, coinvolgendo tantissime categorie. Tra queste la MotoE, la ‘colpevole’ di tutti i crimini che costringe le squadre a rivedere le proprie line-up.

Il primo caso che viene in mente è quello di Maria Herrera, coinvolta sia in Supersport che MotoE, ma quello che salta più agli occhi tutti è quello di Dominique Aegerter. Facciamo ordine: la spagnola è impegnata in Supersport con Motoxracing, ma anche in MotoE con Aspar. In questo caso, però, pochi dubbi: la MotoE ha la priorità e Maria non si sta giocando nessun mondiale, escluso il WorldSSP Challenge. Al suo posto così ci sarà Matteo Patacca, che ha ben figurato negli ultimi appuntamenti del CIV in Supersport 600.

Herrera e Aegerter: due casi diversi, ma simili

Chi invece fa notizia è appunto Aegerter. Il leader attuale della classifica, che gode di oltre 50 punti di vantaggio su Odendaal (primo inseguitore), sarà costretto a saltare la tappa di Barcellona a favore di Misano. Se è vero che Dominique è in corsa anche nel campionato elettrico, è altrettanto reale constatare che le possibilità di conquistare il titolo Supersport siano decisamente più alte di riuscire a mettere le mani sulla corona della MotoE.

Lo svizzero ha accumulato diversi punti di vantaggio nella Supersport grazie a un campionato di livello dove si è issato dominatore fino a qua. Perdere 50 punti, però, non è cosa da poco e le due gare in Catalogna potrebbero rimettere clamorosamente in corsa Steven Odendaal. Uno scenario che ha del clamoroso, anche se da una parte prevedibile.

Questione di precedenza… o di penali?

Una volta arrivata la firma con Ten Kate è stato semplice accorgersi di tale concomitanza, ma si pensava che Aegerter avrebbe dato priorità al campionato con più possibilità di vittoria. Dominique invece non ha avuto scelta: l’attuale leader Supersport ha dovuto probabilmente dare la precedenza al primo contratto firmato, ovvero quello con Intact GP per la MotoE. Per la cronaca, al suo posto in Ten Kate ci sarà Simon Jespersen, che quest’anno ha già presenziato nel mondiale Supersport a Most.

Non si può escludere però che quello di Aegerter sia un caso più “profondo”. Da una parte è difficile capire quale fosse la volontà del pilota, comunque veramente in corsa su entrambi i fronti, dall’altra c’è curiosità nel capire che tipo di clausole sono inserite per la coppa del mondo MotoE. In alcuni casi, le penali per una gara saltata sono molto salate. Stiamo parlando sì di un campionato ancora acerbo, ma già molto importante. Chissà allora che Dominique più che scegliere sia stato “obbligato”, pur con un mondiale pienamente alla portata in ballo…

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

1 commento

Ringhietto
14:00, 16 settembre 2021

Beh ma i contratti li ha firmati entrambi lui, non credo lo abbiano minacciato con la forza a mettere un piede in 2 scarpe quindi se l’è sicuramente cercata…

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Mandalika

Superbike: Gran finale, a che punto è il Mandalika Street Circuit?

Superbike, Scott Redding

Superbike, Scott Redding: il salto nel vuoto con BMW

Superbike BMW

Superbike, BMW cala gli assi: Baz e Laverty UFFICIALI nel 2022