Marco Melandri in volo

L’inviato Marco Melandri: L’aereo è il mio psicologo sportivo

Marco Melandri si racconta: l'areo come un mantra per ritrovare la carica, lo sci di fondo e ad Aragon occhio alla PATAtina da griglia...

2 aprile 2019 - 10:59

Eccomi sono tornato! Come state?? Vi avevo lasciato  dicendo che ci saremo sentiti con risultati migliori, quindi non lo dirò mai più,  visto com’è andata in Thailandia (due volte sesto, ndr). Ho passato due settimane molto belle anche se ero  molto deluso dalla gara. Per scaricare la rabbia uso lo sport, quindi tornato in Trentino (dove vivo con la famiglia da ormai un anno ), mi sono dato allo sci di fondo. Ho iniziato qualche anno fa a praticarlo e lo trovo un allenamento davvero fantastico, completo sotto tutti i punti di vista e maledettamente difficile,  però il panorama una volta finito ti ripaga ben oltre la fatica fatta. Ho avuto la fortuna di vedere dal vivo Francesco De Fabiani e Federico Pellegrino ai campionati italiani a Madonna di Campiglio, ho avuto conferma che nemmeno un miracolo mi renderebbe un fondista decente:-)

L’AREO E’ IL MIO PSICOLOGO

Mentalmente invece la passione che più mi aiuta a staccare la spina è il volo. Io prima odiavo volare, poi quasi per caso provai nel 2008 con un amico. Pronti via dopo nemmeno un minuto mi trovai a testa in giù per un looping!! E’ stato un colpo di fulmine, poi amore ed ora una sana malattia… Adoro volare da solo, senza meta, seguire l’istinto, e da lì vedere le cose da una altro punto di vista.  Dall’alto sembra tutto così ordinato, preciso, molto diverso da come lo si vede con i piedi per terra.
Tutto questo mi aiuta a trovare un punto di vista positivo anche in un week end storto, dove senti che non hai raccolto il risultato che il tuo potenziale poteva permettersi. Pilotare l’aereo è il mio psicologo sportivo, di fatto (nella foto: Marco in atterraggio sulla pista di Pomposa, ndr)

VUOI VENIRE  IN PISTA CON ME?

Un’altra cosa che adoro del volo è muovermi per andare ad allenarmi con la mia R3 (chi volesse affittarne una e allenarsi con me può avere info qui  R3Italy@motowide.com ), risalire stanco e volare verso casa mi ricarica le batterie a velocità doppia, vedere quanto è bella l’ Italia e come siano vicini mare e  montagne. Così diverso  ma così incredibilmente affascinanti entrambi.

OCCHIO ALLA MANU PATATINA

Ora ci aspettano due gare di fila.  Aragon è una pista tra le più belle dell’intero mondiale, poi arriverà Assen dove Yamaha fece molto bene lo scorso anno. Per noi sarà la vera prova del nove per capire il valore in campo di tutte le moto. A grande richiesta per gli amanti dell’accoppiata donne e motori, Aragon sarà la gara di debutto della Manu, in veste di PATAtina da griglia.  Vi dico solo che è un mese che fa le prove abbigliamento in giro per casa 🙂  Ragazzi seguitemi nel week end su Sky e Tv8 , vi prometto solo che lotterò per qualsiasi risultato fino all’ultimo metro!

MM33

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Marco Melandri

Marco Melandri: “Il mio problema? Quando l’aderenza cala…”

Federico Caricasulo

WSSP600 Portimao: Federico Caricasulo centra la pole

Alex Lowes

Superbike 2020: Alex Lowes verso Yamaha Ten Kate