15 Maggio 2024

Glenn Irwin ed un record alla North West 200 sfidando le avversità

Fino a marzo il team PBM Ducati non doveva nemmeno correre: adesso con Glenn Irwin comanda il BSB ed ha fatto tris alla North West 200.

Glenn Irwin ed un record alla North West 200 sfidando le avversità

In meno di una settimana Glenn Irwin ha realizzato una doppia-tripletta. La prima ad Oulton Park nel secondo round del BSB, appropriandosi contestualmente della leadership di campionato. Trascorsi pochi giorni, l’originario di Carrickfergus si è calato nella dimensione di road racer ed ha messo a segno un perentorio tris nelle gare Superbike della North West 200. Niente male affatto, a maggior ragione considerando che, non più tardi di due mesi or sono, questo programma sportivo era all’insegna di un grosso punto interrogativo.

DALL’INCERTEZZA AL RECORD ALLA NORTH WEST 200

In seguito alla scomparsa di Paul Bird, il team PBM Ducati ha vissuto mesi problematici. I suoi figli Frank e Jordan si sono fatti carico della squadra, per una transizione che ha messo in dubbio fino all’ultimo la presenza del team in pista e nelle corse su strada per questo 2024. Alla fine tutto è bene ciò che finisce bene, così non più tardi dello scorso mese di marzo è arrivato il gradito annuncio. Con una sola Ducati Panigale V4 R (nel frattempo Tommy Bridewell, Campione BSB in carica, è passato ad Honda) si sarebbero ripresentati al via con, chiaramente, GI2 punta di diamante del progetto.

LE ALTERNATIVE DI GLENN IRWIN

In questi mesi Glenn Irwin ha atteso e riposto fiducia nei confronti di Frank e Jordan Bird, contestualmente sfogliando la margherita. Le alternative non gli mancavano: al di là della Manica (due squadre di prim’ordine erano pronte a schierare una terza moto per lui), così come al di là dell’Atlantico, con un’allettante proposta per il MotoAmerica. Alla fine ha atteso, sperato, incrociato le dita e, alla fine, ha avuto ragione. Ritrovandosi in testa al BSB ed archiviando un’edizione della North West che lo ha proiettato nella leggenda.

11 VITTORIE DI FILA ALLA NORTH WEST 200

Può suonare persino eccessivo parlare di status di “leggenda”, ma alla fine tra Portrush, Portstewart e Coleraine così è. Dal 2017 a questa parte, Glenn Irwin tra le Superbike è imbattuto ed imbattibile al Triangle. Passando tra Ducati, Kawasaki, Honda e ritorno in Ducati, mettendo a segno 11 vittorie di fila. In questa edizione oltretutto, complice il nuovo format, vincendo non due, bensì tutte e tre le gare in programma. Tutto questo, legittimando ulteriormente quanto compiuto, avendo ragione di uno scatenato Davey Todd, a sua volta artefice di un tris tra Superstock e Supersport.

ADESSO IL TITOLO BSB

Con questo tris Irwin ha raggiunto e superato Michael Rutter e Joey Dunlop, con 9 affermazioni i recordmen di successi tra le Superbike alla NW200, centrando così il primo obiettivo stagionale. Il secondo è rappresentato dalla conquista del titolo BSB, dopo due secondi posti di fila ed un alloro 2023 sfumato per mezzo punto e, se vogliamo, nemmeno per colpe proprie. Sarebbe una bella storia: dal rischio di non esserci al vincere tutto quello che c’era da vincere, in memoria di Paul Bird.

Lascia un commento