Biker

Poker Run sulle moto: un evento di grande successo

Le Poker Run, le “corse di poker” tra motociclisti, stanno acquisendo un seguito sempre maggiore. Cosa sono e i motivi di un simile successo.

20 ottobre 2021 - 19:10

La Poker Run è un evento organizzato che riunisce la comunità motociclistica. Un modo nuovo e divertente per incontrare altri appassionati delle due ruote e per scambiarsi opinioni, idee e consigli.

Poker e motociclette sono un binomio vincente per gli appassionati del popolarissimo gioco di carte e per gli amanti dei motori. Per questo le Poker Run – le “corse di poker” tra motociclisti – stanno acquisendo un seguito sempre maggiore.

 Nonostante non conosca ancora una vasta diffusione, il fenomeno sta tuttavia avendo una certa diffusione. Anche perché l’evento coniuga alla perfezione competizione e divertimento, dando l’opportunità a chi vi partecipa di vincere del denaro guidando lungo nuovi percorsi e attraverso splendidi paesaggi mai visitati prima. Gli organizzatori, in genere, fanno di tutto per rendere particolarmente piacevole una manifestazione in cui il poker rende tutto ancora più avvincente.

Come funziona una Poker Run

La Poker Run è una speciale corsa motociclistica che segue le regole del poker. Il percorso della competizione è normalmente suddiviso in cinque o sette tappe, a seconda delle varianti del poker su cui si basa la gara. A ogni checkpoint ciascuno dei partecipanti riceve una carta.

Nel caso del Texas Hold’em a ogni giocatore vengono distribuite due carte coperte da combinare con quelle raccolte sul percorso. Il poker classico si gioca invece con le tradizionali cinque carte, mentre il seven-card stud prevede l’utilizzo di cinque su sette carte, di cui tre coperte e quattro scoperte.

Ad aggiudicarsi la vittoria sarà non il più veloce, ma il giocatore in grado di realizzare la mano migliore tra quella di tutti i partecipanti. A questo proposito, chi conosce anche solo superficialmente il poker online sa benissimo quali sono le migliori combinazioni che consentono di ottenere una mano vincente.

Un evento tra competizione e beneficenza

Rispetto alle tradizionali gare motociclistiche, potrebbe anche accadere che la vittoria venga assegnata a chi ha tagliato per ultimo il traguardo. È chiaro quindi che l’esito di una Poker Run corsa dipende più dalla fortuna che dall’abilità dei partecipanti.

Tutti coloro che prendono parte alla manifestazione sono tenuti a versare una quota di adesione. La somma delle quote pagate da ogni giocatore costituisce il montepremi finale che andrà a chi terminerà il percorso con la mano più alta.

A questo genere di eventi, tuttavia, si accompagna spesso anche un risvolto sociale. La corsa diventa esclusivamente un’occasione di incontro e convivialità, mentre le quote di partecipazione vengono devolute in beneficenza a enti e associazioni indicati dall’organizzatore.

Le ragioni del successo delle Poker Run

I motivi che spingono i motociclisti a partecipare a una Poker Run sono molteplici:

  • le “corse di poker” incoraggiano gli appassionati delle due ruote a scoprire città, strade e paesaggi non conosciuti;
  • la Poker Run può essere un’occasione di arricchimento personale e un’occasione per fare della beneficenza;
  • in alcuni casi, le competizioni di poker motociclistico offrono l’opportunità di vincere premi in denaro;
  • le “corse di poker” sono il posto ideale dove incontrare altri motociclisti e scambiarsi opinioni, idee e consigli su motori e manutenzione;
  • le Poker Run danno la possibilità di parlare di moto e di divertirsi guidando con gli altri giocatori.

La storia delle Poker Run

Le Poker Run sono particolarmente popolari tra le comunità motociclistiche americane. Il Red Knights International Motorcycle Club, con sede a Bolyston Massachusetts, nel 2009 ha organizzato la più grande “corsa di poker” sempre. All’evento benefico, disputato in simultanea in nove differenti stati USA, hanno partecipato più di 2mila biker al fine raccogliere fondi per la Fondazione Fallen Firefighter Survivors.

Nel 2013, quasi 1500 motociclisti arrivati da ogni angolo degli Stati Uniti hanno invece preso parte alla più grande Poker Run tenuta in un unico luogo. A Fort Collins, in Colorado, i partecipanti hanno raccolto ben 130mila dollari a favore dell’organizzazione benefica Realities for Children.

Conclusioni

Le “corse di poker”, o più propriamente Poker Run, sono un ottimo modo per divertirsi, incontrare altri membri della comunità motociclistica e fare beneficenza. Per questi e altri motivi, questa particolare tipologia di competizione non agonistica sta conoscendo una sempre maggiore popolarità.

Foto: Getty Images

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Jack Miller

Jack Miller in prima fila nell’Australian Superbike al Bend

trofei mes motoestate

Motoestate, il calendario provvisorio 2022 con una “prima volta”

Jack Miller

Jack Miller subito veloce con la Ducati V4 R nell’ASBK