Ecco le regine della Superbike 2019

Ecco le regine del Mondiale che scatterà sabato e domenica a Phillip Island: una carrellata di foto con curiosità e dettagli tecnici

18 febbraio 2019 - 7:39

Ecco le regine della Superbike 2019 che scatterà sabato 23 febbraio a Phillip Island, primo di tredici round di una stagione che si annuncia elettrizzante. I costruttori impegnati al momento sono cinque, in attesa del probabile ritorno della Suzuki con la formazione olandese Ten Kate atteso per Aragon (6-7 aprile) prima tappa europea della serie. A dispetto dei soli diciotto iscritti, lo schieramento 2019 è di altissimo livello. Grazie al ritorno in forma ufficiale di BMW, con una S1000RR profondamente rinnovata, e soprattutto di Honda HRC, che era assente dal Mondiale da ben 16 anni. Vediamo, una per una, come sono le moto scese in pista a Phillip Island per l’ultima tornata di test invernali (anche se qui è fine estate…). Vista la lontananza dai reparti corse, è ipotizzabile che non saranno introdotte novità sostanziali da qui al fine settimana

La marca di Akashi ha omologato la nuova versione della titolatissima ZX-10R ma a prima vista sembra tutto come prima, colorazione inclusa. Invece la novità è sostanziale: il motore. Per aggirare le limitazioni imposte dal regolamento, in Giappone hanno ridisegnato il quattro cilindri dotandolo di un nuovo sistema di distribuzione, lo stesso che Kawasaki aveva sviluppato nei primi anni 2000 per l’impego in MotoGP. La moto stradale ha guadagnato giri (oltre 600) mantenendo (e forse migliorandola…) la strepitosa coppia motrice che nel 2018 ha permesso a Jonathan Rea di sbaragliare la concorrenza nonostante la tagliola sui giri motore imposta dal regolamento, appena 14.100. La nuova Kawasaki potrà spingersi fino a 14.600. Sospensioni Showa, freni Brembo e scarico Akrapovic.

Commenta per primo