Leon Camier: “Honda Superbike, c’è molto da fare”

Leon Camier non nasconde che sarà durissima riportare la Honda al vertice delle derivate dalla serie

17 febbraio 2019 - 8:33

Leon Camier sarà l’osservato speciale nelle ultime due giornate di test invernali Superbike.  La Honda è tornata a fare sul serio (leggi qui), ma basterà? Nei mesi scorsi il team Moriwaki Althea non ha preso parte ai test di Jerez e Portimao, per regolamento: essendo iscritta come squadra asiatica, non avrebbe potuto girare in Europa. Così HRC ha ripiegato su Buriram, in Thailandia, dove fra un mese si correrà il secondo round del Mondiale.

Leon Camier “Migliorare gara dopo gara”

“E’ stata più che altro l’occasione per rodare tutto il meccanismo e conoscere la squadra” mette le mani avanti Leon Camier, 32 anni. “È tutto nuovo ovviamente, e questo significa che abbiamo molto lavoro da fare, ma penso che abbiamo un buon potenziale e sono entusiasta di vedere cosa possiamo fare. Sarà bello uscire in pista con i nostri rivali questa settimana e capire dove siamo. C’è molto da lavorare su come ho detto, la moto è stata sviluppata in un campionato diverso (nell’All Japan Superbike, ndr), ma siamo pronti per la sfida. Il nostro obiettivo principale è migliorare gara per gara.”

Ryuichi Kiyonari “Adesso il livello è molto alto”

Il pilota giapponese, 36 anni,  tre volte campione BSB, torna nel Mondiale dove ha già gareggiato nel 2008-2009, sempre con Honda, firmando tre successi e sei podi in totale. “Da allora è cambiato tutto, adesso il livello è più alto,  con molti piloti veloci. Ho lavorato duramente negli ultimi anni e spero di poter continuare a crescere in questa stagione con la mia nuova moto e il mio nuovo team.

Soichi Yamana: “Inizia un nuovo capitolo”

Honda ha vinto l’ultimo Mondiale nel 2007 con James Toseland e la gestione Ten Kate. “Adesso comincia un nuovo capitolo” spiega Soichi Yamana, responsabile della divisione Motor Sports di Honda. “Abbiamo rafforzato il nostro progetto nel WSBK e miriamo a raggiungere maggiori vette con i nostri nuovi partner Moriwaki e Althea. Moriwaki, come tutti sappiamo, è una squadra con un palmares eccezionale. Althea Racing è a sua volta una squadra che sa come vincere le gare ed è partner di Moriwaki da molti anni. Credo che mentre i nostri piloti acquisiranno esperienza, porteranno la squadra nella giusta direzione “.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Eugene Laverty: “Bitubo è il nostro asso nella manica”

Superbike: “Jonathan Rea ora ha un avversario al suo livello”

Alvaro Bautista, come fai? Il nuovo fenomeno ai raggi X