Alvaro Bautista: “Non avrò un rivale solo, sarà una mischia”

Alvaro Bautista ha fatto giri record nella due giorni di Phillip Island. Ma il crollo di gomma nella parte finale della simulazione non lo farà dormire tranquillo

19 febbraio 2019 - 6:56

Alvaro Bautista ha strapazzato gli avversari per due giorni interi incendiando l’attesa per il debutto della Ducati V4R nel Mondiale Superbike. Ma il crollo di prestazione accusato nella parte finale della simulazione lascia sul campo qualche dubbio. A Phillip Island, con le Pirelli, la chiave è gestire l’aderenza per non trovarsi a remare nel finale. L’ex MotoGP ha quattro giorni di tempo per pensarci su. Qui i tempi e la cronaca delle prove

La gestione gomme è la chiave

In effetti negli ultimi quattro giri i tempi si sono alzati molto, bisognerà capire come salvaguardare di più la gomma, e penso che la chiave sia l’elettronica” spiega Alvaro Bautista. “Ma sono molto soddisfatto di queste due giornate di lavoro. Il radicale cambio di geometria che abbiamo apportato lunedi ha dato ottimi frutti, sono riuscito ad essere veloce specie nel quarto settore. Diciamo che rispetto ai test in Europa il cambio di passo è stato considerevole”.

La Ducati può vincere?

“Prima di venire in Australia non ero tanto convinto, però qui stiamo andando forte. E’ la prima gara di questa nuova moto, già il fatto di pensare di potersela giocare e puntare ad una posizione importante è un grande successo. Poi nel fine settimana vedremo.”

Come hai visto Jonathan Rea?

“Non credo che avremo un solo avversario. Certo, lui ha molta esperienza, per me sarà la prima gara in Superbike. Ma sono convinto che saremo in tanti là davanti, sarà una bella mischia e credo che offriremo uno spettacolo divertente”. 

Perchè dici che non hai esperienza?

“Corro da tanti anni ma la Superbike è un affare diverso dalla MotoGP. Dovrò abituarmi ad un format nuovo, sabato c’è la Superpole e poi subito dopo la gara. Domenica avremo la corsa sprint e due ore dopo quella lunga del pomeriggio. Per me è tutto nuovo, sarà un fine settimana molto concitato. Ma sono pronto.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Johann Zarco: “L’offerta da Honda Superbike è un’invenzione”

MotoGP Alvaro Bautista lancia Alex Rins: “La Suzuki può vincere”

Tom Sykes: “Ho messo a posto la mia vita, ora voglio tornare a vincere”