savadori civ superbike imola

Superbike: La legge di Lorenzo Savadori, è doppietta nel CIV Imola

Lorenzo Savadori, netto trionfo anche in Gara 2 a Imola. Quarta vittoria stagionale per l'alfiere Aprilia, seguito da Cavalieri e Zanetti.

6 settembre 2020 - 16:08

Il round CIV Superbike di Imola porta la firma di Lorenzo Savadori. Il pilota Nuova M2 Racing, dopo il successo di sabato, si impone anche in Gara 2, ripetendo la doppietta conquistata su questo stesso tracciato nel 2019. Imprendibile il leader in campionato, che allunga ancora in classifica generale. Sul podio con lui salgono di nuovo due Ducati: secondo è Samuele Cavalieri (-42 da Savadori), terza piazza per Lorenzo Zanetti. Weekend no per Michele Pirro, che oggi conquista un altro zero per caduta.

SAVADORI SENZA RIVALI

Seconda competizione del fine settimana con partenza a fionda del poleman Cavalieri, subito tallonato da Savadori e Zanetti. Ma basta davvero poco per avere il leader in campionato al comando: arriva anche il nuovo record in 1:48.133, a decretare il dominio dell’alfiere Aprilia in fuga. Trionfo anche in questo fine settimana, è doppietta all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari. “Sono contento di aver vinto ancora” ha dichiarato Lorenzo Savadori. “Ieri non eravamo così a posto, mentre oggi siamo riusciti subito ad impostare il nostro ritmo e ad allungare. La vittoria è per tutti i ragazzi del team per il gran lavoro: hanno fatto tardi ieri per capire dove si poteva migliorare per Gara 2.”

DUE DUCATI SUL PODIO 

Sul finale le due rosse avevano tentato il recupero, ma l’alfiere Aprilia era ormai imprendibile. “Si è soddisfatti solo quando si vince!” ha ammesso Samuele Cavalieri, 2° al traguardo. “Sono partito bene, ma Sava ha impostato fin da subito un gran ritmo. Ho commesso anche un errorino cercando di recuperare. In ogni caso è un bilancio positivo, siamo sempre stati davanti.” Rammaricato poi Lorenzo Zanetti 3°. “Pensavo di poter lottare con Lorenzo [Savadori]” ha dichiarato. “Invece quando riuscivo a tornare sotto avevo qualche problema. Non ce l’ho fatta a rimanere agganciato né a lui prima né a Cavalieri in seguito.”

PIRRO, IMOLA DA DIMENTICARE

Dopo i problemi in Gara 1 ed il ritiro per problemi allo scarico della sua rossa, Michele Pirro puntava al riscatto. Ma tutto va storto anche questa domenica, a cominciare dalla partenza molto in ritardo che lo fa precipitare in coda al gruppo. Scatta la rimonta frenetica, che però si chiude alla variante del Tamburello con una rovinosa caduta. Tutto bene per il pilota, ma certo è una nuova dimostrazione di un 2020 da dimenticare per l’alfiere Barni Racing. Si chiude anzitempo anche la gara di Eddi La Marra, protagonista di un incidente fortunatamente senza conseguenze.

LA CLASSIFICA

Foto: Marco Lanfranchi

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike

Superbike Catalunya: Jonathan Rea arpiona la 27° Superpole, Ducati indietro

Superbike, Jonathan Rea

Superbike Catalunya FP3, Jonathan Rea chi lo prende sul bagnato?

Superbike, Tito Rabat

Superbike, La Ducati deve piazzare Tito Rabat nel team Barni 2021