edgar pons campione cev moto2

CEV, Albacete: Edgar Pons Campione Moto2, in Moto3 Alcoba… quasi

Edgar Pons Campione Europeo Moto2 con il successo in Gara 1. In Gara 2 trionfa Garzó, Zaccone e Marcon a podio. Moto3: Alcoba vince ma non basta. Il resoconto delle gare.

13 ottobre 2019 - 15:42

Ad Albacete abbiamo una prima celebrazione per un titolo 2019 già assegnato. Si tratta di Edgar Pons, che vince il Campionato Europeo Moto2 dominando Gara 1. Per il pilota Baiko Racing è il secondo, visto che aveva già vinto il CEV Moto2 nel 2015. In Gara 2 invece sbaglia e cade: vittoria per Hector Garzó, gli italiani Alessandro Zaccone e Tommaso Marcon completano il podio. Per quanto riguarda il Mondialino Moto3, Jeremy Alcoba ottiene un combattuto successo in gara, ma gli mancano cinque punti per il titolo: dovrà aspettare l’ultimo round a Valencia. Il resoconto delle tre gare disputate sul tracciato di Albacete.

GARA 1 CEV MOTO2: EDGAR PONS CAMPIONE 

Ottimo lo scatto del poleman, seguito dal principale rivale in campionato Garzó. Dopo appena tre giri invece si perde Montella, uno degli italiani protagonisti del fine settimana. Un contatto con Brenner e conseguente caduta di entrambi lo fa precipitare in coda, costretto alla rimonta. Il duo di testa invece ci mette poco a prendere il largo sugli inseguitori, ma una volta di più sarà Edgar Pons ad avere lo spunto decisivo per condurre un’altra gara in solitaria. Con due sole gare rimaste e sette successi conquistati in questa stagione, arriva matematicamente il secondo titolo europeo per il pilota Baiko Racing dopo quello ottenuto nel 2015. Più combattuta la situazione dietro di loro: Marcon, Sarmoon, Zaccone e Miquel Pons danno vita ad una lotta serrata per il terzo gradino del podio. Il pilota VR46 Mastercamp si staccherà negli ultimi giri, lasciando un battagliero terzetto che comprende come detto i due italiani. Dietro il vincitore e neo campione c’è Hector Garzó, terzo è Miquel Pons, che completa una tripletta spagnola davanti a Tommaso Marcon e ad Alessandro Zaccone. Yari Montella taglia il traguardo in 14° posizione, 22° Matteo Ciprietti (partito dalla pit lane).

GARA CEV MOTO3: SUCCESSO DI JEREMY ALCOBA

Fin dalle prime tornate, come capita spesso in Moto3, abbiamo un intenso duello per le posizioni del podio, che durerà fino alla bandiera a scacchi. Tutti contro Jeremy Alcoba, che ha la prima occasione di conquistare il titolo. Il pilota Laglisse Academy riesce alla fine ad avere la meglio sui rivali, ma dovrà aspettare l’ultima tappa a Valencia. Il vantaggio su Tatay è cresciuto, ma gli servivano altri cinque punti per chiudere i giochi. Daniel Holgado conquista il secondo posto, il miglior risultato in questo 2019, mentre terzo è Barry Baltus. Quarta piazza per Carlos Tatay, che commette un errore proprio alla fine nel tentativo di superare Alcoba. Lo spagnolo però otterrà il 3° per una sanzione a Baltus (andato oltre i limiti della pista nell’ultimo giro). Ottima rimonta di Xavier Artigas: scattato quasi dal fondo e non al top della forma per incidenti in libere e qualifiche, chiude 6°. Miglior italiano Davide Pizzoli, 12° al traguardo dopo una gara non semplice (era 6° in griglia). Caduti durante la gara van Eerde, Suryo Aji, Kofler, Ogden, Whatley, mentre non è partito Mahadi per le fratture di caviglia destra e polso sinistro riportate nel corso delle qualifiche del sabato.

GARA 2 MOTO2: VINCE GARZO, DOPPIA ITALIA SUL PODIO 

In questa seconda competizione scatta al meglio Garzó, che prende subito il comando della corsa davanti al campione Pons. Bella partenza anche di Zaccone, che cerca di mantenere il contatto con il duo iberico. Weekend poco felice per Montella, protagonista di un multiplo incidente iniziale che complica anche la gara del compagno di box Marcon, finito in fondo. Poco dopo finiscono a terra altri tre piloti: bandiera rossa, la gara viene fermata per soccorrerli e per sistemare la pista. In seguito si riparte: sono 10 i giri da percorrere, le posizioni in griglia si basano su quelle ottenute al terzo giro, con quindi i piloti caduti in precedenza fuori dai giochi. Si spiega così la bandiera nera che riceve Kevin Orgis, uno dei piloti a terra prima dello stop, che aveva cercato comunque di ripartire. Garzó e Pons ancora una volta fanno la differenza sugli altri, ma a due giri dalla fine arriva il primo errore stagionale del neo campione, che finisce nella ghiaia ed è costretto al ritiro. Via libera quindi per la vittoria di Hector Garzó, ma festeggiamo un doppio tricolore sul podio, grazie ad Alessandro Zaccone 2° ed a Tommaso Marcon 3° (in rimonta). I due piloti italiani sono anche in aperta contesa per il terzo posto in classifica generale, con l’alfiere Promoracing davanti per soli due punti. Miglior piazzamento stagionale per Matteo Ciprietti, 9° alla bandiera a scacchi.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Macau

Rutter vola con la RC213V-S a Macau, ma la pole è di Hickman

Peter Hickman

Peter Hickman in pole provvisoria al Macau GP

Macau

Prime prove del Macau GP 2019 nel segno di Hickman