Lorenzo Zanetti

Lorenzo Zanetti nella storia: vince a Indy nel MotoAmerica con Ducati

Lorenzo Zanetti conquista la vittoria di Gara 2 della MotoAmerica Superbike ad Indianapolis: la prima per un italiano in 24 anni e per la Ducati dal 2010.

11 ottobre 2020 - 18:20

Lorenzo, sei nella storia! All’Indianapolis Motor Speedway, la “Racing Capital of the World“, sventola il tricolore sul gradino più alto del podio grazie a Lorenzo Zanetti, vincitore di Gara 2 della MotoAmerica Superbike in sella alla Panigale V4 R del team Celtic HSBK Racing Ducati New York. Un successo storico per il motociclismo italiano, memorabile per il pilota bresciano. Sin dal “Day 1” collaudatore del progetto Panigale V4 R Superbike, oggi Zanetti è in grado di imporsi anche al di là dell’Atlantico.

SUCCESSO SPAZIALE

Qualificatosi con il secondo tempo e terzo in Gara 1, nella seconda di tre manche in programma Lorenzo non ha lasciato scampo ai migliori interpreti dell’ormai ex-AMA Superbike. Nelle 17 (tiratissime) tornate della contesa, il pilota e collaudatore ufficiale Ducati Corse è sempre rimasto nelle posizioni che contano, sferrando l’attacco per la vittoria nella fase decisiva della contesa. Preservati gli pneumatici Dunlop per il finale, nel rush decisivo ha dato tutto. Dapprima il giro più veloce con un crono da qualifica al quart’ultimo giro, successivamente il sorpasso per la leadership a scapito di Bobby Fong alla terz’ultima tornata. Un attacco in staccata all’ingresso della curva 10 in fondo al rettifilo dell’infield, ribadendo che la sua Ducati Panigale V4 R sarà pur sempre un fulmine in rettilineo, ma soltanto grazie alla sua guida è stato in grado di far la differenza rispetto alle Yamaha e Suzuki di riferimento del MotoAmerica.

VITTORIA STORICA

Zanetti si è preso il lusso di battere in un sol colpo il vincitore di Gara 1 Bobby Fong (M4 ECSTAR Suzuki) ed il Campione in carica Cameron Beaubier (Monster Energy Attack Performance Yamaha), scrivendo una pagina di storia per il motociclismo italiano e per la stessa Ducati. La casa di Borgo Panigale non vinceva una gara assoluta dell’AMA (oggi MotoAmerica) Superbike da 10 anni, nello specifico dall’affermazione di Larry Pegram con la sua 1098R a Fontana nel 2010. In questa circostanza il successo è arrivato con il team Warhorse HSBK Racing Ducati New York, il supporto di due ingegneri Ducati Corse al seguito e la disponibilità di una Panigale V4 RS arrivata direttamente da Bologna. Un successo tutto tricolore, il primo per un pilota italiano nella Superbike d’oltreoceano da 24 anni: l’ultimo urrà risale al 1996 a firma Alessandro Gramigni, vincitore a Brainerd in sella ad una Ducati 916/955 del team di Eraldo Ferracci.

VERSO GARA 3

Esattamente 8.855 giorni da quel successo del “Gram“, Zanetti fa risuonare l’Inno di Mameli nella top class del motociclismo americano, 4 anni dopo le vittorie tra le Superstock di Claudio Corti. Artefice dalla 41esima vittoria Ducati nella MotoAmerica/AMA Superbike, Lorenzo è il terzo motociclista italiano a transitare in trionfo sul Brickyard dopo Valentino Rossi (MotoGP 2008) e Marco Simoncelli (250cc 2009). Due Gran Premi ai quali presenziò nella classe 125cc, prima di intraprendere una carriera di successo tra le cosiddette derivate dalla serie. Per “Giramondo” Lorenzo Zanetti, quest’anno impegnato tra CIV, ARRC, World Superbike e MotoAmerica, una giornata indimenticabile, con ancora Gara 3 da disputarsi tra poche ore…

MotoAmerica HONOS Superbike 2020

Indianapolis Motor Speedway, Classifica Gara 2

1- Lorenzo Zanetti – Warhorse HSBK Racing Ducati New York – Ducati Panigale V4 R – 17 giri in 27’45.038

2- Bobby Fong – M4 ECSTAR Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.196

3- Cameron Beaubier – Monster Energy Attack Performance Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 0.323

4- Jake Gagne – Monster Energy Attack Performance Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 0.505

5- Toni Elias – M4 ECSTAR Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 1.873

6- Josh Herrin – Scheibe Racing – BMW S1000RR – + 3.598

7- Cameron Petersen – Altus Motorsports – Suzuki GSX-R 1000 – + 33.740

8- Travis Wyman – Travis Wyman Racing – BMW S1000RR – + 40.651

9- Kyle Wyman – Excelsus Solutions/KWR Ducati Team – Ducati Panigale V4 R – + 42.184

10- Danilo Lewis – Procomps Racing Team – BMW S1000RR – + 44.229

11- David Anthony – FLY Racing ADR Motorsports – Suzuki GSX-R 1000 – + 44.257

12- Corey Alexander – Ride HVMC Racing – Kawasaki ZX-10R – + 44.257

13- Michael Gilbert – FLY Racing ADR Motorsports – Suzuki GSX-R 1000 – + 48.025

14- Maximiliano Gerardo – Tango Racing – Kawasaki ZX-10R – + 53.283

15- Jeremy Coffey – Superbike Underground – BMW S1000RR – + 1’21.452

16- Trevor Daley – Suzuki Canada – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’21.753

17- Max Flinders – Thrashed Bike Racing LLC – Yamaha YZF R1 – + 1’21.865

18- Ashton Yates – Yates Racing – Honda CBR 1000RR – + 1’22.988

19- Joseph Giannotto – Limitless Racing – Kawasaki ZX-10R – a 1 giro

20- Jeffrey Purk – Legacy Dental – Yamaha YZF R1 – a 1 giro

21- Sam Verderico – FLY Racing ADR Motorsports – Yamaha YZF R1 – a 1 giro

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Motoestate, Moto4

Storie di Motoestate: Moto4, ecco come si corre spendendo poco (VIDEO)

CIV Superbike 2020

ELF CIV 2021, prime conferme e novità tecniche dalla Superbike alla PreMoto3

MotoAmerica

MotoAmerica a Laguna Seca con Canepa e Zanetti al via