All Japan J-GP2: Hiroki Ono ci riprova

Seconda stagione nell'All Japan J-GP2 per Hiroki Ono: l'ex pilota del Mondiale Moto3 potrà inoltre contare sull'apporto di Yuichi Takeda dal muretto box.

1 marzo 2019 - 10:51

Che fine ha fatto Hiroki Ono? L’ex pilota del Mondiale Moto3 da un biennio a questa parte è tornato a correre in madrepatria. Una storia particolare che proseguirà quest’anno con il giovane pilota giapponese riconfermato al via dell’All Japan J-GP2 in sella ad una Suzuki GSX-R 600 del Mikuni Telly & Kally Racing.

LA CARRIERA

Campione 2013 della Asia Dream Cup, monomarca su base Honda CBR250R istituito nell’ambito dell’Asia Road Racing Championship, nel 2014 Ono ben figurò nel CEV Moto3 con i colori dell’Honda Team Asia portando una TSR Honda al 3° posto in campionato con un ruolino di marcia comprensivo di ben quattro podi di fila. Nel 2015, dopo l’esperienza di inizio 2011 con Caretta Technology Forward Team tra le 125cc, il ritorno al Motomondiale classe Moto3 con il Leopard Racing sempre su Honda, ottenendo una prima fila al Mugello (2°) ed un 8° posto a Valencia quale miglior risultato. Nel 2016 il passaggio all’Honda Team Asia gli consentì di totalizzare 36 punti con due 6° posti all’attivo (Termas de Rio Hondo e Mugello), ma anche un weekend da sogno a Motegi… sfumato in corso d’opera: pole position (cancellata per una penalità di caselle in griglia), 3° posto in gara svanito per un’irregolarità tecnica.

IL RITORNO IN GIAPPONE

Lasciandosi alle spalle un problematico 2017 nel CEV Moto2 con la NTS, Hiroki Ono nel 2018 ha accettato la sfida del team Mikuni Telly & Kally Racing per correre nell’All Japan J-GP2, serie riservata alle Moto2 ed alle Supersport “prototipo” del Sol Levante. Conclusa la sua prima stagione con il 12° posto nella generale ed un 4° posto a Motegi quale miglior risultato, quest’anno darà il definitivo assalto al titolo All Japan. “All’esordio ho faticato a trovare le misure della categoria, ma con l’esperienza vissuta e l’apporto di tutta la squadra punto in alto“, ha ammesso Hiroki Ono. “L’obiettivo? Lottare per il podio sin dalla prima gara“.

YUICHI TAKEDA AL MURETTO BOX

Curiosità: come per la stagione 2018, Hiroki Ono potrà contare sull’apporto di Yuichi Takeda. Il più giovane vincitore di sempre di una gara del Mondiale Superbike (Sugo 1996 da wild card con la Honda RC45 ufficiale HRC a 18 anni, 8 mesi e 27 giorni) sarà nuovamente il direttore sportivo del team Mikuni Telly & Kally Racing.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Moto2, Catalunya: Alex Márquez, tris di vittorie consecutive

Moto3, Catalunya: Primo trionfo per Marcos Ramírez, 3° Vietti

MotoGP: Chiarite le regole per la Long Lap Penalty