All Japan: sparisce la J-GP2 (Moto2), arriva la Stock 1000

Rivoluzione nell'All Japan: dalla prossima stagione abolita la J-GP2 riservata alle attuali Moto2, via libera all'inedita ST1000 con regolamentazione Superstock.

2 gennaio 2019 - 12:00

Il nuovo corso del Mondiale Moto2 con propulsori Triumph, centralina Magneti Marelli e quant’altro? Concretamente, nel futuro a breve-medio termine, vi saranno ripercussioni anche a livello nazionale. A partire dal 2020, a dir la verità, con la decisione presa dalla MFJ (Motorcycling Federation of Japan) di abrogare la classe J-GP2 dell’All Japan Road Race Championship. Istituita nel 2010 in sostituzione della GP250, la J-GP2 ha accolto al via le Moto2 e Supersport “preparate“, offrendo ai nuovi talenti del motociclismo giapponese un percorso di carriera funzionale ad un loro futuribile approdo al Motomondiale, come testimoniato dal successo di Takaaki Nakagami nella stagione 2011.

Con il passaggio ai motori Triumph per quanto concerne il Mondiale Moto2, la MFJ ha ritenuto la J-GP2 non più sostenibile nell’universo All Japan. Il decremento nel numero degli iscritti registratosi nell’ultimo biennio, così come i costi previsti per rivelare le Moto2 di nuova generazione (ed i motori Triumph “da mondiale” non saranno disponibili nel breve periodo…), hanno invitato la federmoto giapponese a sopprimere la J-GP2 al termine della stagione 2019, trovando già una valida sostituta.

Seppur tardivamente, nel 2020 entrerà a far parte del contesto All Japan la ST1000, categoria con regolamentazione Superstock 1000 (di stampo FIM), nelle intenzioni riservata ai giovani talenti promossi dalla ST600 (Supersport) prima del loro definitivo passaggio alla top class JSB1000. Questo a livello nazionale, ma non solo: nei piani della ST1000, le specifiche tecniche dovrebbero avvicinarsi alla ASB dell’Asia Road Racing Championship, consentendo così ai piloti asiatici di prender contestualmente parte ad entrambi i campionati.

Il regolamento tecnico verrà svelato nei prossimi mesi, ma già si parla dell’adozione di una centralina elettronica unica e del monogomma, prerogative per differenziarsi drasticamente dalla JSB1000 (Superbike). A partire dal 2020 pertanto l’All Japan Superbike offrirà nel proprio corollario di gare le classi JSB1000, ST1000, ST600, J-GP3 (Moto3) con la riconferma in alcuni selezionati round della JP250, la “nostra” Supersport 300.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

british talent cup

British Talent Cup, ecco il calendario 2020 provvisorio

Michele Pirro, Ducati V4R

Michele Pirro-Ducati V4R, il tricolore ad un passo

Kevin Manfredi

CIV Supersport: Kevin Manfredi assolto, ma non conterà