ASBK Phillip Island Gara 1: pauroso volo di Troy Bayliss, vince Maxwell

Troy Bayliss finisce a terra in Gara 1 dell'ASBK a Phillip Island in seguito ad un rovinoso contatto con il vincitore Wayne Maxwell.

23 febbraio 2019 - 2:09

Al culmine di un’elettrizzante Gara 1 con ben cinque piloti in lizza per la vittoria, l’Australian Superbike elegge in Wayne Maxwell il primo vincitore della stagione 2019. In una corsa-sprint di soli 12 giri, il Campione 2013 ha preceduto in volata di soli 147 millesimi il privatissimo Aiden Wagner e di 0″320 Bryan Staring con Cru Halliday e Josh Waters a seguire. Una vittoria fortemente voluta da Maxwell, tornato al Team Suzuki ECSTAR Australia dopo un quadriennio trascorso in Yamaha, tuttora non al 100 % per una recente frattura alla clavicola. Seppur non al meglio, Maxwell è stato il protagonista a tuttotondo della contesa, anche per una spaventosa carambola con coinvolto Troy Bayliss.

TROY BAYLISS A TERRA

Seppur per soli 6 giri, in Gara 1 si è visto il Troy Bayliss di sempre. Veloce, combattivo, generoso e, soprattutto, in lotta per la vittoria. Un traguardo, per quanto profuso tra test e prove, che poteva essere alla portata del tri-Campione del Mondo, sfortunatamente incappato in una nuova caduta ad altissima velocità. Favorito da un ottimo spunto al via (già secondo dopo 3 curve), Baylisstic era in piena corsa per la leadership, almeno fino ad una spaventosa carambola registratasi nel corso del sesto giro. In pieno ingresso della prima curva, Bayliss con la sua 1299 Panigale ha impattato proprio con la Suzuki di Maxwell, volando rovinosamente a terra.

TROY OK, OLI SUL PODIO

Nella sfortuna e già con la caduta nelle FP2 all’attivo, TB fortunatamente non ha rimediato alcuna conseguenza da questo incidente, per certi versi similare nella dinamica a quanto accaduto tra Marquez e Zarco in MotoGP lo scorso mese di ottobre. Bayliss avrà modo di rifarsi tra poche ore in Gara 2, ma se non altro può già abbozzare un sorriso: suo figlio Oli, al debutto tra le Supersport 600, ha concluso quarto in Gara 1 ad un soffio dal podio.

SUPER-GARA 1

Nonostante il KO di TB21 (o meglio, 32…), l’atto inaugurale dell’ASBK non ha tradito le attese. Wayne Maxwell si è imposto soltanto in volata a scapito del privatissimo Aiden Wagner con Bryan Staring, punta Kawasaki, terzo in rimonta a precedere Cru Halliday e Josh Waters. Nono posto per Troy Herfoss, tra pochi minuti impegnato nella Superpole del Mondiale Superbike in qualità di wild card con Penrite Honda.

Australian Superbike Championship 2019
Phillip Island
Classifica Gara 1

01- Wayne Maxwell – Team Suzuki ECSTAR Australia – Suzuki GSX-R 1000 – 12 giri
02- Aiden Wagner – Caboolture Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 0.147
03- Bryan Staring – Kawasaki BCperformance – Kawasaki ZX-10R – + 0.320
04- Cru Halliday – Yamaha Racing Team – Yamaha YZF R1 – + 0.965
05- Josh Waters – Team Suzuki ECSTAR Australia – Suzuki GSX-R 1000 – + 1.005
06- Daniel Falzon – Yamaha Racing Team – Yamaha YZF R1 – + 4.538
07- Glenn Allerton – Next Gen Motorsports – BMW S1000RR – + 12.685
08- Mike Jones – K & R Hydraulics / Race Dynamics – Kawasaki ZX-10R – + 12.689
09- Troy Herfoss – Penrite Honda Racing – Honda CBR 1000RR – + 13.871
10- Matt Walters – Cessnock Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 20.521
11- Ted Collins – Next Gen Motorsports – BMW S1000RR – + 20.867
12- Max Croker – Mladin Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 22.016
13- Glenn Scott – GSR Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 25.274
14- Alex Phillis – Team Suzuki ECSTAR Australia – Suzuki GSX-R 1000 – + 25.582
15- Mark Chiodo – Penrite Honda Racing – Honda CBR 1000RR – + 32.356
16. Damon Rees – Tony Rees Motorcycles – Honda CBR 1000RR – + 32.396
17- Sloan Frost – FILTA NZ / Black Ink – Suzuki GSX-R 1000 – + 38.609
18- Lachlan Epis – Kawasaki BCperformance – Kawasaki ZX-10R – + 46.245
19- Philip Czaj – Eco light Up / 11Motosport – Aprilia RSV4 – + 49.155
20- Matt Tooley – Phillip Island Ride Days – Yamaha YZF R1 – + 1’00.101
21- David Barker – Barker Racing – Kawasaki ZX-10R – + 1’00.736
22- Brendan McIntyre – Western Motorcycles Sydney – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’00.790
23- Simon Barbacetto – Barbacetto Racing – Yamaha YZF R1 – + 1’02.382
24- Ryan Yanko – Force 8 Contracting – Ducati 1299 Panigale FE – + 1’16.629
25- Evan Byles – SA Motorcycles – Kawasaki ZX-10R – + 1’16.815
26- Heath Griffin – Russell Symes & Company – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’19.617
27- Brian Houghton – Conshift / K1 Racing – Honda CBR 1000RR – + 1’21.257
28- William Davidson – WD Racing Suspension Specialist – Yamaha YZF R1 – + 1’29.903
29- Aleksander Savin – I.D.C Painting Service & Castrol Racing Australia – BMW S1000RR – + 1’35.368
30- Paul van der Heiden – Moto Adelaide – BMW S1000RR – + 1’35.905
31- Dominic De Leon – AT1 Racing – Kawasaki ZX-10R – a 1 giro
32- Hamish McMurray – Six ways from Sunday – Kawasaki ZX-10R – a 1 giro

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Moto3, Catalunya: Primo trionfo per Marcos Ramírez, 3° Vietti

MotoGP: Chiarite le regole per la Long Lap Penalty

MotoGP, Catalunya: Fabio Quartararo comanda il warm up