Bol d'Or

Conclusi i Pré Test del Bol d’Or 2021 a suon di record

La BMW ufficiale fa registrare il nuovo record di Le Castellet ai Pré Test del Bol d'Or 2021: Yoshimura SERT e YART Yamaha a ruota.

2 settembre 2021 - 11:17

A due anni di distanza dall’edizione 2019, squadre e piloti del Mondiale Endurance si sono ritrovati al Circuit Paul Ricard di Le Castellet per la consueta due giorni di Pré-Test del Bol d’Or 2021. Cancellata l’edizione 2020 per l’emergenza COVID-19, la grande classica del motociclismo d’oltralpe tornerà protagonista nel fine settimana del 18-19 settembre, con tutti i presupposti per assistere ad un’intensa battaglia per la vittoria. Lo testimonia il fatto che tutti i principali top team del FIM EWC hanno ampiamente girato al di sotto del precedente record della pista, a cominciare dallo squadrone BMW Motorrad World Endurance, con Markus Reiterberger davanti a tutti con uno spaventoso 1’52″484.

TEST DA RECORD

Davanti a tutti nei Pré-Test della 24 ore di Le Mans, la BMW M 1000 RR ufficiale si è nuovamente assicurata il primato delle prove pre-evento del Bol d’Or, comandando entrambe le giornate di attività. Se nella prima il cronometro accertava un best lap in 1’53″261, nella conclusiva sessione Reiterberger ha sparato uno spaventoso 1’52″484. Per la cronaca, ampiamente sotto l’1’53″408 siglato da Loris Baz (YART Yamaha) nelle qualifiche 2019, per non parlare del primato in gara di Broc Parkes in 1’55″487 dell’edizione 2018. Un gran bel viaggiare per la BMW ufficiale che si conferma tra i riferimenti velocistici dell’Endurance con il poker d’assi formato dallo stesso Reiterberger, Xavi Forés, Ilya Mikhalchik e Kenny Foray, tutti presenti al Paul Ricard.

OK I TOP TEAM

Sotto l’1’53” anche Yoshimura SERT Motul, con la GSX-R 1000 #1 in 1’52″536, montando i transponder soltanto nella conclusiva giornata di prove. Pur sempre detentori del trofeo (nel 2019 la vittoria al debutto del nuovo corso della SERT con Damien Saulnier Team Manager), faranno di tutto per rimediare allo sfortunato epilogo della 12 ore di Estoril dopo una trionfale 24 ore di Le Mans. Il Bol d’Or sarà di fatto invece l’ultima chance per riaprire i giochi-campionato per YART Yamaha, terza ai Pré-Test con il nostro Niccolò Canepa come sempre affiancato da Marvin Fritz e Karel Hanika, con una R1 che a Le Castellet viaggia forte e consuma meno in termini di carburante rispetto ad altre piste del calendario.

PRIVATI AL TOP

Se i capo-classifica di campionato del Team Kawasaki SRC (6°, 1’53″768) precedono F.C.C. TSR Honda (7°, 1’53″889) e proseguiranno con la “vecchia” Ninja ZX-10RR posticipando il debutto del nuovo modello all’anno venturo, davanti alla Kawasaki #11 spiccano due team indipendenti. Da una parte il Tati Team, molto veloce con le Michelin da tempo e con l’innesto in squadra di Loris Cresson, pilota Pedercini del Mondiale Superbike già vincitore di classe Stock alla 12 ore di Estoril. Dall’altra ben figura il team Moto Ain, in evidenza con il nostro Roberto Rolfo affiancato da Randy De Puniet e Robin Mulhauser, mettendo in mostra in entrambe le giornate un ottimo potenziale velocistico.

SI RIVEDE FREDDY FORAY

A proposito di Moto Ain, nella giornata di martedì è salito in sella alla R1 #96 l’ex Campione del Mondo Freddy Foray. Risolto il prolungato sodalizio (9 anni…) con Honda dopo esser stato estromesso dai programmi F.C.C. TSR, il forte pilota transalpino ha percorso qualche giro di pista, ma è previsto un seguito in gara con la squadra di Pierre Chapuis. Se ne riparlerà, nel caso, per il 2022…

LOUIS ROSSI KO

Un Freddy Foray che farebbe comodo al team ERC Endurance Ducati (9°, 1’54″388), ancor più dopo l’infortunio accusato da Louis Rossi. Caduto rovinosamente nel corso della seconda giornata di test, l’ex pilota del Motomondiale sarà costretto a saltare il Bol d’Or non potendo affiancare i titolari Etienne Masson e Mathieu Gines. In linea di massima il sostituto designato è la “riserva” Ondrej Jezek (che ha girato in questi giorni), ma come sempre non sono escluse sorprese…

LOTTA NELLA SUPERSTOCK

Passando alla classe Superstock, in questi Pré-Test ha fatto il vuoto la squadra dei pompieri, il Team 18 Sapeurs Pompiers. La rossa R1 #18 ha girato sull’1’55”, sotto al primato (EWC…) in gara, viaggiando fortissimo sull’infinito rettifilo da 1.800 metri del Mistral. Non avendo montato i transponder, manca il confronto diretto cronometrico con i capo-classifica di Honda National Motos, mentre i vincitori di Estoril di BMRT 3D Kawasaki hanno viaggiato con un best lap dell’1’56″2.

ITALIA PRESENTE

In linea a questo riferimento anche Kawasaki Louit Moto con l’1’56″280 a firma Christian Gamarino, sceso in pista con la Kawasaki #33 insieme a Luca Vitali e Simone Saltarelli. A proposito di Italia, regolarmente presenti ai test anche il No Limits Motor Team, sul podio nell’edizione 2018, con Luca Scassa, Alexis Masbou e Kevin Calia a formare l’equipaggio titolare. Rinnovato il trio invece di AvioBike con Andrea Boscoscuro che si alternerà con Federico Napoli ed Eddy Dupuy, con la squadra di Giovanni Baggi regolarmente presente ai Test.

PRE-TEST BOL D’OR 2021

Classifica Finale (team con transponder)

1- BMW Motorrad World Endurance Team – BMW M 1000 RR – 1’52.484 (EWC)

2- Yoshimura SERT Motul – Suzuki GSX-R 1000 – 1’52.536 (EWC)

3- YART Yamaha – Yamaha YZF R1 – 1’53.018 (EWC)

4- Tati Team Beringer Racing – Kawasaki ZX-10RR – 1’53.453 (EWC)

5- Moto Ain – Yamaha YZF R1 – 1’53.747 (EWC)

6- Webike SRC Kawasaki France TRICK STAR – Kawasaki ZX-10RR – 1’53.768 (EWC)

7- F.C.C. TSR Honda France – Honda CBR 1000RR-R – 1’53.889 (EWC)

8- VRD Igol Experiences – Yamaha YZF R1 – 1’54.262 (EWC)

9- ERC Endurance Ducati – Ducati Panigale V4 R – 1’54.388 (EWC)

10- Team 18 Sapeurs Pompiers CMS Motostore – Yamaha YZF R1 – 1’55.432 (Superstock)

11- Team Bolliger Switzerland – Kawasaki ZX-10RR – 1’56.049 (EWC)

12- BMRT 3D Maxxess Nevers – Kawasaki ZX-10RR – 1’56.201 (Superstock)

13- Team 33 Louit April Moto – Kawasaki ZX-10RR – 1’56.280 (Superstock)

14- Junior Team LMS Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – 1’56.365 (Superstock)

15- Pitlane Endurance – Yamaha YZF R1 – 1’57.308 (Superstock)

16- Falcon Racing – Yamaha YZF R1 – 1’57.768 (Superstock)

17- Slider Endurance – Yamaha YZF R1 – 1’58.259 (Superstock)

18- Team LH Racing – Yamaha YZF R1 – 1’58.762 (Superstock)

19- ADSS 97 – Kawasaki ZX-10RR – 1’59.144 (Superstock)

20- Team Space Moto – Suzuki GSX-R 1000 – 1’59.606 (Superstock)

21- EMRT Endurance Monaco Racing Team – Yamaha YZF R1 – 1’59.772 (EWC)

22- Team 202 – Yamaha YZF R1 – 2’00.327 (Superstock)

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Bol d'Or

Il Bol d’Or non perdona, la Yoshimura SERT Suzuki impera

Bol d'Or

Yoshimura SERT Suzuki in pole position al Bol d’Or 2021

Bol d'Or

Prime qualifiche (bagnate) del Bol d’Or, svetta BMW