12h Estoril

BMW vs YART nelle prime prove della 12h Estoril

Dello squadrone ufficiale BMW Motorrad il miglior tempo nelle prime libere della 12h Estoril per 0"034 rispetto a YART Yamaha, risale allo scadere Yoshimura Suzuki.

15 luglio 2021 - 16:34

Superato qualche imprevisto lungo il cammino, l’edizione 2021 della 12h Estoril può ufficialmente avere inizio. Archiviato il Test Day di martedì e la giornata di riposo vissuta ieri, squadre e piloti del Mondiale Endurance sono tornati in azione al Circuito do Estoril per una prima sessione di prove libere inizia con due ore abbondanti di ritardo. La mancata disponibilità di alcuni commissari dovuta a casi di contagio COVID-19 hanno complicato i piani, ma alla ripresa delle ostilità si è prontamente registrato il confronto tra BMW Motorrad World Endurance e YART Yamaha.

CONFRONTO AL VERTICE

In base a quanto emerso martedì e nel primo stint di gara 2020, proprio questo è il duello più atteso della 12 ore. Da una parte lo squadrone ufficiale BMW Motorrad EWC, reduce dal podio di Le Mans e riferimento Dunlop nella categoria. Dall’altra i detentori del trofeo di YART Yamaha, inarrestabili su questo tracciato non più tardi dello scorso mese di settembre. Aspettando le prime qualifiche ufficiali, la BMW M 1000 RR #37 ha staccato con Markus Reiterberger il miglior crono in 1’39″094, in un equipaggio comprensivo anche di Xavi Forés (unfit per eccesso di prudenza dei medici a Knockhill nel BSB, OK per questo weekend) e Kenny Foray. Quest’ultimo torna nell’Endurance in sostituzione di Ilya Mikhalchik, originariamente impegnato nell’IDM Superbike al Nurburgring per un evento cancellato proprio in data odierna per il maltempo che ha colpito la Germania.

SEGUE YOSHIMURA SERT

A soli 34 millesimi dalla BMW #37 figura YART Yamaha #7, con il nostro Niccolò Canepa, Marvin Fritz e Karel Hanika chiamati a far risultato dopo il prematuro ritiro di Le Mans dopo sole 10 ore di gara. Chi si presenta in terra lusitana al comando della classifica è Yoshimura SERT, risalita proprio nel finale di queste libere al terzo posto con Sylvain Guintoli, Gregg Black e Xavier Simeon. In piena top-5 anche Kawasaki SRC e la ZX-10R del Tati Team, in questa circostanza con un equipaggio rinnovato con i fratelli Sebastien e Valentin Suchet più Morgan Berchet. Non va oltre il settimo posto provvisorio F.C.C. TSR Honda davanti a Moto Ain Yamaha (con Roberto Rolfo in sella), dodicesima la Ducati Panigale V4 R del Team ERC complice una caduta di Matthieu Gines che ha comportato l’esposizione della bandiera rossa.

LOTTA NELLA STOCK

In una classe Superstock competitiva come non mai primeggia in queste libere la Kawasaki #24 del team BMRT 3D con l’innesto in squadra di Loris Cresson, abitualmente impegnato nel Mondiale Superbike. A seguire i mattatori di Le Mans del Team National Motos Honda e la Kawasaki Louit Moto, questo weekend con Christian Gamarino e Corentin Perolari affiancati da Luca Vitali. Quinta tra le Stock la R1 #777 di Wojcik con Kevin Manfredi affiancato da Christoffer Bergman e Marek Szkopek, entrambi caduti in questa sessione. Figura sesto il No Limits Motor Team con Luca Scassa, Kevin Calia ed Alexis Masbou reduci dal podio della 24 ore di Le Mans. Presenti ad Estoril anche Christian Napoli (Energie Endurance 91 Kawasaki, 24° di sessione), il team AvioBike (25° con Giovanni Baggi, Andrea Boscoscuro e Francesco Cocco) e Federico Napoli, al via con TRT27 Suzuki. Per tutti appuntamento nel tardo pomeriggio per le prime qualifiche ufficiali.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Most

Da 8 a 6 ore: a Most gara Endurance “sprint” per il Gran Finale

Bol d'Or

Il Bol d’Or non perdona, la Yoshimura SERT Suzuki impera

Bol d'Or

Yoshimura SERT Suzuki in pole position al Bol d’Or 2021