Josh Brookes

BSB Brands Hatch Gara 3: Josh Brookes Campione 2020 con Ducati

Josh Brookes con la Panigale V4 R di VisionTrack PBM Ducati è Campione 2020 del British Superbike: secondo titolo in carriera, primo da Ducatista.

18 ottobre 2020 - 18:02

Una delle stagioni più imprevedibili ed avvincenti di sempre del British Superbike incorona il pilota più atteso e più facilmente pronosticabile alla vigilia. Josh Brookes, al secondo anno con PBM Ducati, si assicura il titolo 2020 del BSB, il personale secondo in carriera dopo la precedente affermazione con Milwaukee Yamaha del 2015. Superate difficoltà iniziali con prestazioni al di sotto le aspettative, in una pazza stagione articolata su soli 6 round da 3 ciascuno per l’emergenza COVID-19, l’ormai ex-Bad Boy del BSB ha fatto la differenza proprio nel momento più opportuno. Diventato ragioniere grazie alla sua esperienza maturata nel corso degli anni, l’australiano ha centrato l’obiettivo fissato ad inizio stagione: vincere, al secondo tentativo da Ducatista, il campionato.

BROOKES CAMPIONE

Se in Gara 1 si è ritrovato giù dal podio offrendo ai suoi avversari l’opportunità di rifarsi sotto in campionato, nelle restanti due manche Josh Brookes è stato impeccabile. Vincitore di Gara 2 resistendo nel finale all’offensiva del connazionale Jason O’Halloran, apparentemente in controllo in Gara 3, conclusa nuovamente sul gradino più alto del podio. Una corsa difficilissima per il portacolori VisionTrack Ducati, il quale per tutti i 20 giri ha sentito il fiato sul collo della coppia McAMS Yamaha. Dapprima di O’Halloran, il suo effettivo unico rivale nella corsa al titolo, successivamente di un esuberante Tarran Mackenzie, secondo dopo una sbavatura alla Graham Hill proprio nel finale. Per Brookes è arrivato così il titolo 2020, bissando il trionfo (da dominatore) del 2015 e dopo una serie di tentativi sfumati sul più bello, l’ultimo lo scorso anno per una manciata di punti a favore dell’allora compagno di squadra Scott Redding.

DUCATI FESTEGGIA

Se per Brookes è il secondo titolo, per il rinnovato sodalizio tra il Paul Bird Motorsport e Ducati è il quarto nell’ultimo lustro. Successi equamente ripartiti tra la Panigale R bicilindrica con Shane Byrne (2016-2017) e la nuova V4 R, vittoriosa nell’ultimo biennio con Scott Redding (2019) e lo stesso Josh Brookes (2020). Un traguardo prestigioso, ancor più in un 2020 dove la V4 R ha mancato l’assalto al titolo nel Mondiale Superbike e persino nel CIV…

ONORE AI RIVALI

In una stagione surreale senza l’apporto del pubblico per le restrizioni imposte dal Governo britannico, Jason O’Halloran è finalmente esploso agonisticamente arrivando a giocarsi fino all’ultimo il campionato. “O’Show” con la nuova R1 2020 di McAMS Yamaha ha completato l’1-2 australiano davanti a Christian Iddon, quarto in gara e terzo nella generale alla prima stagione da Ducatista. Propositi di gloria rimandati anche per Glenn Irwin (sottotono questo weekend con la nuova Honda) e Tarran Mackenzie: per loro l’appuntamento è già alla stagione 2021 che scatterà nel weekend dell’1-3 maggio ad Oulton Park.

Bennetts British Superbike 2020

Brands Hatch, Classifica Gara 3

1- Josh Brookes – VisionTrack Ducati – Ducati Panigale V4 R – 20 giri in 28’35.963

2- Tarran Mackenzie – McAMS Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 0.578

3- Jason O’Halloran – McAMS Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 1.339

4- Christian Iddon – VisionTrack Ducati – Ducati Panigale V4 R – + 8.816

5- Andrew Irwin – Honda Racing – Honda CBR 1000RR-R – + 8.882

6- Danny Buchan – Rapid Fulfillment FS-3 Kawasaki – Kawasaki ZX-10RR – + 9.042

7- Tommy Bridewell – Oxford Products Racing – Ducati Panigale V4 R – + 17.660

8- Peter Hickman – Global Robots BMW – BMW S1000RR – + 17.827

9- Lee Jackson – Rapid Fulfillment FS-3 Kawasaki – Kawasaki ZX-10RR – + 17.891

10- Gino Rea – Buildbase Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 18.028

11- Glenn Irwin – Honda Racing – Honda CBR 1000RR-R – + 21.320

12- Luke Mossey – Rich Energy OMG Racing – BMW S1000RR – + 26.027

13- Joe Francis – Lloyd & Jones Bowker Motorrad – BMW S1000RR – + 26.168

14- Bradley Ray – Synetiq BMW Motorrad – BMW S1000RR – + 27.224

15- Hector Barbera – Rich Energy OMG Racing – BMW S1000RR – + 42.349

16- Taylor Mackenzie – Synetiq BMW Motorrad – BMW S1000RR – + 49.018

17- Storm Stacey – GR MotoSport – Kawasaki ZX-10RR – + 53.163

19- Bjorn Estment – Powerslide/Catfoss Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’16.695

Foto Bennetts Bike

1 commento

Ringhietto
10:09, 19 ottobre 2020

La FIM dovrebbe darsi una sacrosanta sveglia e iniziare a “copiare” dal BSB se vuole rinalciare il CIV. Non è ammettendo moto con cilindrate over come l’Aprilia di quest’anno che si arricchise la griglia e si rende un campionato spettacolare.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Brands Hatch

BSB Brands Hatch questa sera su Sky Sport MotoGP HD

Brands Hatch

BSB Brands Hatch Gara 2: Josh Brookes vince, titolo ancora in palio

Brands Hatch

BSB Brands Hatch Gara 1: O’Halloran vince e riapre i giochi