Superbike: tutte le novità della stagione 2012

Superbike: tutte le novità della stagione 2012

Regolamenti, orari, piloti e squadre del mondiale SBK

di Redazione Corsedimoto

La Superbike celebra le “nozze d’argento” con il 25esimo anniversario, proponendo diverse novità nel regolamento tecnico e sportivo per la stagione 2012. Nuovo peso minimo per le bicilindriche, 1 sola moto a disposizione per pilota, rivisto il “format” Superpole e dei week-end di gara: queste soltanto alcune delle novità per il campionato che prenderà il via il prossimo fine settimana sul circuito di Phillip Island. Una sola moto a disposizione per pilota Senza alcun dubbio la principale novità regolamentare del 2012. Dopo la Supersport, anche in Superbike ciascun pilota potrà disporre di 1 sola moto nel week-end di gara da presentare alle verifiche tecniche del giovedì. Per tutti cambierà la metologia di lavoro, con i piloti obbligati a non sbagliare tra un turno e l’altro per non compromettere l’esito del fine settimana… Peso minimo: 171kg per le bicilindriche, 165kg per le 4 cilindri Da quest’anno per le moto a 2 cilindri (Ducati in sostanza) è previsto il peso minimo di 171kg, 6kg in più rispetto al 2011 e alle 4 cilindri (Honda, Kawasaki, Suzuki, BMW, Aprilia) in gara. Non sono previste tolleranze. Nuovo sistema di bilanciamento per 2 e 4 cilindri Se le bicilindriche si presenteranno per il primo round in Australia con 171kg di peso minimo, la “Superbike Commission” ha comunque rivisto la procedura per le modifiche al peso/bilanciare le prestazioni tra le due differenti tipologie di moto (2 e 4 cilindri) al via del mondiale. Alla conclusione dei primi 3 round, saranno sommati i punteggi dei due migliori piloti della casa costruttrice meglio posizionata in classifica: per le bicilindriche comprensibilmente la Ducati, per le 4 cilindri a seconda dei risultati raggiunti da Aprilia, BMW, Kawasaki, Honda e Suzuki. Dopo questa scelta, verrà calcolata la media punti per ogni singolo evento e, successivamente, si farà una divisione per ogni evento (per ciascuna delle due case), tenendo in considerazione queste eventualità: – Se in una delle gare fosse presente al traguardo un solo pilota, la media prenderà in esame i risultati del primo pilota dei due costruttori selezionati. – Se in una delle gare nessuno dei due piloti di una casa non dovesse terminare la corsa, la gara stessa non rientrerebbe nel calcolo della media. – Se in entrambe le gare entrambi i piloti di una delle due case costruttrici non arrivassero al traguardo (o in caso di no-show) non verrebbe calcolata la media per quell’evento. Al termine dei tre eventi, la “media delle medie” per ciascuna casa verrebbe calcolata ed il punteggio ottenuto verrebbe messo a confronto, per constatare l’eventuale avverarsi di di due condizioni: – Una differenza di 5 punti tra le due case – La presenza al vertice della classifica di uno dei due piloti del costruttore, con il maggior punteggio di media, selezionato Se godesse di entrambe le condizioni sopra citate il costruttore delle 1200cc bicilindriche, ad esse verranno applicati 3kg in più. All’esatto opposto, alle 1200cc verrebbe tolto il medesimo numero di kg. Il limite minimo di peso per le bicilindriche resta fissato a 165kg (parità con le 1000cc) ed a 174kg come massimo. Se una delle due condizioni non si dovesse verificare, verrebbe calcolata la media su sei eventi e così via, per multipli di tre, fino a quando la differenza tra le due medie arriva o supera quota 5. L’annuncio di una eventuale modifica di peso verrà notificata entro 24 ore dal termine del round in questione, con i “correttivi” applicati, anche in termini di air-restrictor, a partire dall’evento successivo del calendario. Nuovo programma dei week-end di gara Da quest’anno tutti i turni di prove libere e ufficiali del Mondiale Superbike saranno “accorciati” di 15 minuti, passando da 60′ a 45′ di durata. Per assecondare le richieste dei team, è stato deciso di anticipare la disputa del secondo turno di qualifiche ufficiali del sabato e della conclusiva sessione di prove libere pre-Superpole, al fine di consentire ai meccanici di riparare in tempo eventuali danni all’unica moto a disposizione del pilota. Di seguito i nuovi orari dei week-end di gara. Venerdì 11.45 – 12.30: Superbike Prove Libere 1 15.30 – 16.15: Superbike Qualifiche 1 Sabato 09.45 – 10.30: Superbike Qualifiche 2 12.30 – 13.15: Superbike Prove Libere 2 15.00 – 15.14: Superbike Superpole 1 15.21 – 15.33: Superbike Superpole 2 15.40 – 15.50: Superbike Superpole 3 Domenica 09.20 – 09.35: Superbike Warm Up 12.00: Superbike Gara 1 15.30: Superbike Gara 2 Rivisto il format Superpole Per il quarto anno consecutivo è stato confermato il format ad eliminazione della Superpole, anche se con differenti orari e piloti ammessi a ciascuno dei tre turni (Superpole 1, 2 e 3) in programma. Per la prima sessione Superpole-1 (da qui abbreviato in SP1 e successive) saranno ammessi i 16 migliori piloti delle qualifiche ufficiali, al “taglio” della SP2 soltanto i primi 12 della SP1, infine i migliori 8 della SP2 prenderanno parte alla conclusiva SP3. In caso di pista bagnata (non necessariamente con pioggia battente), scatterà il format “Wet Superpole”: i migliori 16 delle qualifiche ufficiali nella Superpole-1 da 20′ si contenderanno gli 8 posti disponibili per la Superpole-2, anche qui sempre della durata di 20′. Niente più gare “flag-to-flag” Con solo 1 moto per pilota, inevitabilmente non è più prevista la procedura “flag-to-flag” (partenza e conclusione della corsa senza interruzioni, sostituzione della moto in corsia box in caso di cambiamento delle condizioni climatiche). Con pista bagnata, la corsa se dichiarata “Wet Race” non sarà interrotta per nessuna ragione. In caso contrario, con gara dichiarata “Dry Race” e l’avvento della pioggia, il direttore di gara potrà sospendere la contesa in qualsiasi momento, al fine consentire ai piloti la sostituzione delle gomme da slick a rain. Tutti i piloti regolarmente in corsa all’interruzione saranno ammessi alla successiva ripartenza con la costituzione di una “nuova gara”, facendo riferimento al regolamento già delineato nelle scorse stagioni. Calendario, novità Mosca Aspettando l’India e Indonesia per il 2013, quest’anno è salito il numero dei round del Mondiale Superbike: 14 eventi rispetto ai 13 del 2011 grazie all’attesa trasferta in Russia al Moscow International Raceway. La stagione, secondo consuetudine da un triennio a questa parte, scatterà in Australia con tre round italiani (Imola, Monza e Misano) e l’appuntamento oltreoceano in America al Miller Motorsports Park lunedì 28 maggio, riservato esclusivamente alla classe Superbike. Test pre e post gara Una delle grandi novità della stagione 2012 è rappresentata dal contingentamento dei test invernali nel periodo compreso dal 1 dicembre 2011 al 15 gennaio 2012. A stagione in corso per le squadre iscritte al campionato sarà possibile provare esclusivamente nel “Test Track” comunicato alla FIM, oltre che in tre differenti sessioni di test ufficiali: dopo gara a Imola (2 aprile) e Aragon (2 luglio), il mercoledì che precede il week-end di gara a Mosca (22 agosto). Entry list del Mondiale Superbike Infine, di seguito l’elenco iscritti definitivo per il primo round in Australia, mancano all’appello John Hopkins (#21) sostituito in Crescent Fixi Suzuki da Joshua Brookes (#25), medesimo discorso per Leandro Mercado (#36) rimpiazzato da Bryan Staring (#67), presente a Phillip Island anche David Johnson (#20), unica wild card con la BMW del team Rossair AEP Racing. 2- Leon Camier – Crescent Fixi Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 3- Max Biaggi – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory 4- Hiroshi Aoyama – Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR 7- Carlos Checa – Althea Racing – Ducati 1198 17- Joan Lascorz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R 18- Mark Aitchison – Grillini Progea Superbike Team – BMW S1000RR 19- Chaz Davies – ParkinGO MTC Racing – Aprilia RSV4 Factory 20- David Johnson – Rossair AEP Racing – BMW S1000RR 25- Joshua Brookes – Crescent Fixi Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 33- Marco Melandri – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR 34- Davide Giugliano – Althea Racing – Ducati 1198 35- Raffaele De Rosa – Pro Ride Motorsports – Honda CBR 1000RR 44- David Salom – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R 50- Sylvain Guintoli – Team Effenbert Liberty Racing – Ducati 1198 58- Eugene Laverty – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory 59- Niccolò Canepa – Red Devils Roma – Ducati 1198 65- Jonathan Rea – Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR 66- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R 67- Bryan Staring – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R 84- Michel Fabrizio – BMW Motorrad Italia GoldBet – BMW S1000RR 86- Ayrton Badovini – BMW Motorrad Italia GoldBet – BMW S1000RR 87- Lorenzo Zanetti – PATA Racing Team – Ducati 1198 91- Leon Haslam – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR 96- Jakub Smrz – Liberty Racing Team Effenbert – Ducati 1198 121- Maxime Berger – Team Effenbert Liberty Racing – Ducati 1198

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy