MotoGP, Luca Cadalora: “Zarco e Pedrosa scopriranno gli errori KTM”

MotoGP, Luca Cadalora: “Zarco e Pedrosa scopriranno gli errori KTM”

KTM lavora allo sviluppo della RC16 puntando molto su Johann Zarco e Dani Pedrosa. A metà dicembre l’ex pilota Honda darà i suoi primi feedback. Luca Cadalora dà la sua opinione.

di Luigi Ciamburro
Johann Zarco

L’esordio di Johann Zarco in sella alla KTM non è stato certo entusiasmante, ma già a Jerez si sono intravisti i primi passi in avanti. Serve tempo al francese per ambientarsi al passaggio da Yamaha alla moto austriaca, per capire dove cambiare la moto e dove il suo stile di guida. Al termine dei quattro giorni di test però si hanno idee più chiare sulla direzione da seguire nello sviluppo della RC16, in attesa che anche Dani Pedrosa dia i suoi primi feedback a metà dicembre. “Il mio feeling con la KTM sta migliorando. Il tempo sul giro è ancora lento, ma quando migliorerò sarò molto coerente. Penso positivo, perché rendiamo il nostro pacchetto sempre migliore ad ogni uscita“.

A Jerez il pilota francese è riuscito a stare dietro ad altri piloti e quindi a focalizzare meglio l’attenzione sugli aspetti da migliorare. Ha iniziato con l’imitare lo stile di guida di Pol Espargarò prima di intraprendere la sua strada. All’epoca della Yamaha aveva ammesso più volte di voler imitare Jorge Lorenzo e i risultati gli hanno dato ragione, riuscendo a mettere in ombra persino i piloti ufficiali. “Dobbiamo ricordare che Lorenzo ha impiegato molto tempo per abituarsi alla moto quando è arrivato in Ducati. Quando ha vinto sembrava essere tornato sulla Yamha. Non hai visto una grande differenza. Questo significa: devi lavorare sulla moto… Ma dobbiamo anche insistere sul fatto che qualcosa deve essere cambiato sulla moto”.

Pol Espargaró sa per esperienza che passare dalla Yamaha alla KTM non è un gioco da ragazzi, tra il 2016 e il 2017 ha già sperimentato quello che stanno affrontando ora Johann Zarco e Hafizh Syahrin. “Entrambi sono piloti molto bravi, quindi non penso di dover dare alcun consiglio a nessuno. Penso che presto saranno molto veloci. Non c’è un segreto per il successo, è una moto con due ruote e un motore. Lo avranno sotto controllo velocemente“. A tal proposito Luca Cadalora, tre volte campione iridato e per tre anni al fianco di Valentino Rossi, ha osservato con attenzione la RC16: “Qualcosa con le dinamiche della moto non è corretta – ha detto recentemente a Speedweek.com -. Ma con Zarco e Pedrosa lo scopriranno presto“.

Scommetti con Johnnybet

Ricambi moto 4moto.it

Biglietteria per tutti gli eventi motoristici, F1 inclusa

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy