In 2.000 per l’ultimo saluto a Luis Salom

In 2.000 per l’ultimo saluto a Luis Salom

Familiari, amici, tifosi, colleghi piloti, addetti ai lavori: in 2.000 hanno voluto assistere a Palma de Mallorca ai funerali del compianto Luis Salom.

La città di Palma di Maiorca saluta oggi uno dei suoi campioni: alle 21.00, nella Cattedrale di Santa María, si sono svolti i funerali di Luis Salom, deceduto venerdì scorso durante le prove libere del Gran Premio di Catalunya. Duemila persone, da semplici appassionati a noti sportivi, si sono unite a José Luis Salom e María Horrach, genitori dello sfortunato pilota: fin dalle 20.30, quando si sono aperte le porte, la gente si è radunata per esprimere il proprio supporto alla famiglia in questo momento molto difficile.

Tra i presenti si contano molti volti del motociclismo, come per esempio Jorge Lorenzo, Dani Pedrosa, i fratelli Marc e Alex Marquez, Maverick Vinales, Tito Rabat, i fratelli Pol e Aleix Espargaro, Julian Simon, Jorge Navarro, ma non sono mancati ex piloti come Jorge ‘Aspar’ Martinez, Emilio Alzamora, Alberto Puig, Alex Criville, Sito Pons, oltre a Carmelo Ezpeleta (CEO Dorna Sports), Vito Ippolito (Presidente della FIM), Angel Viladoms (Presidente della RFME, la Federazione Spagnola di Motociclismo).

Come detto, non solo personalità dal mondo delle due ruote: presenti anche il tennista Rafael Nadal, che ha voluto assistere al funerale del pilota nonostante la lesione al polso, e la taekwondista Brigitte Yagüe, oltre ad autorità politiche come Miguel Cardenal (presidente del Consiglio Superiore dello Sport), la presidente locale Francina Armengol ed il sindaco di Palma di Maiorca José Hila.

Circa 2.000 i motociclisti che si sono radunati in silenzio per omaggiare Luis Salom, mostrando il 39 sulle proprie moto, e che dopo la cerimonia hanno organizzato una carovana lungo le strade della città in memoria dello sfortunato pilota.

Foto Marca.com

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy