Valentino Rossi MotoGP 2019

Valentino Rossi: test Portimao rinviato. ‘Uccio’ parla del team VR46 in MotoGP

Alessio Salucci braccio destro di Valentino Rossi, annuncia il rinvio del test di Portimao. E parla della prossima stagione MotoGP e del team VR46.

3 febbraio 2021 - 14:53

Valentino Rossi e l’Academy VR46 hanno deciso di rinviare il test di Portimao previsto per oggi e domani. Un temporale è in corso sul circuito portoghese, quindi sarebbe inutile approdare senza poter girare. A darne notizia è Alessio Salucci a Sky Sport MotoGP: “Dovevamo partire stasera, ci stiamo pensando per rinviare la prossima settimana. Speravamo di trovare meteo favorevole, le condizioni sono davvero disastrose. Se dobbiamo andare là per non fare nulla preferiamo spostare la data“.

Il team di Valentino Rossi è un cantiere aperto in queste settimane. Ufficializzato lo sbarco nel CIV con un team diretto da Pietro Bagnaia. “L’Academy da un po’ di anni è ferma, che non fa entrare nessun giovane pilota – aggiunge Uccio -. Il momento è arrivato, è stata una decisione studiata, otto piloti da gestire sono tanti. Ora abbiamo un po’ più di esperienza e abbiamo ricominciato. Surra e Bartolini non sono ancora nell’Academy ma sono sulla porta… Pietro è un grande, questo progetto parte dal suo carisma, vediamo cosa può venire fuori“.

I progetti MotoGP

Da qui alla primavera Valentino Rossi e i suoi dovranno pianificare anche l’ascesa con un proprio team in MotoGP. “Ci stiamo pensando seriamente, i nostri ragazzi stanno crescendo, ma non pensavamo in maniera così veloce. La strada è molto lunga, il passo è molto importante, servono soldi per tanti anni, dobbiamo strutturarci anche noi. Sono mesi importantissimi, da qui a maggio dovremmo prendere una decisione. Non sappiamo con che moto. Il nostro cuore è Yamaha, ma ci sono tante opzioni“.

C’è infine una stagione su cui concentrarsi, con Valentino Rossi e Franco Morbidelli per la prima volta nello stesso box. Generazioni diverse con obiettivi differenti. “Franco parte pensando al titolo, ha dimostrato che può farlo. Quando impara ad andare forte va forte. Il nostro è puntare a divertirci, fare dei podi, poi l’appetito vien mangiando e non si sa mai“, conclude Alessio Salucci. E il Dottore dovrà decidere entro l’estate se appendere il casco al chiodo (per modo di dire) o proseguire in MotoGP anche nel 2022. “Dipende dalle prime sei o sette gare, se abbiamo ancora voglia, se Valentino è ancora competitivo…“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

italtrans 2021 moto2

Moto2: Italtrans Racing Team, ecco le KALEX di Roberts e Dalla Porta

MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, Marc Marquez: “Pol Espargarò ha fame, vuole battermi”

Un altro lutto nel paddock: addio alla mamma di Jorge ‘Aspar’ Martinez