Valentino Rossi a Misano

Valentino Rossi, Franco Morbidelli e la favola di Tavullia

Valentino Rossi, il maestro, Franco Morbidelli, l'allievo, insieme a Tavullia. Dopo tanti allenamenti e avventure i due condivideranno lo stesso box MotoGP.

24 maggio 2020 - 11:38

L’inseparabile trio Valentino Rossi, Luca Marini e Franco Morbidelli si è esibito anche a Misano. Presenti anche gli altri ragazzi dell’Academy. Dopo il lungo lockdown c’è voglia di ritornare in pista e il Dottore non ha perso tempo. Alla prima occasione utile è saltato in sella alla Yamaha R1, ha preso in prestito anche la R6 di suo fratello, ha rifocalizzato l’attenzione sui punti di frenata del tracciato. Qui dovrebbe svolgersi almeno una tappa della stagione MotoGP 2020. Peccato non abbia potuto allenarsi al Red Bull Ring la scorsa settimana, in una due giorni organizzata dalla casa di Iwata. Anche in caso di via libera dal governo austriaco avrebbe dovuto rispettare una quarantena di 14 giorni in Italia. Ipotesi poco convenevole per un pilota rimasto fermo sin troppo tempo.

Piano piano sta prendendo corpo una bella favola a Tavullia: Valentino Rossi e il suo allievo Franco Morbidelli nel box Petronas. Nelle prossime settimane dovrebbe arrivare la firma del Dottore con la squadra satellite. Per il momento il nove volte iridato ha sottolineato di voler mettere i puntini sulle ‘i’ con Yamaha e Lin Jarvis. Solo successivamente potrà sedersi a tavolino con Razlan Razali. Chiudere la carriera al fianco di uno dei suoi migliori amici, il primo pilota della VR46 Riders Academy a vincere un titolo mondiale nel 2017, ha il sapore di un sogno realizzato.

I due si conoscono da dieci anni, Franco è stato il primo allievo della sua scuola. Suo padre Livio, ex pilota, si trasferì a Tavullia dopo aver venduto l’officina, per consentirgli di avere le migliori opportunità per eccellere nel motociclismo. Si allenavano, in compagnia di Marco Simoncelli, alla mitica Cava dopo aver spostato le ruspe. Frequentava la casa di Luca Marini da quando aveva solo 10 anni. Dopo il dramma familiare Valentino Rossi si è preso cura dell’italo-brasiliano anche dal punto di vista manageriale. Tante le sfide al Ranch di Tavullia con l’allievo che spesso supera il maestro. Come nelle più belle favole che si rispettino… insieme condivideranno il box prima dell’addio alla MotoGP da parte del veterano.

1 commento

giovannideiorg_14869124
21:58, 25 maggio 2020

Il confronto non mi sembra affatto completo, per dire che quello di markez è uno stile moderno deve essere dimostrato facendolo anche con altre moto che non si chiamano honda; è chiaro poi che la tecnologia oggi è molto più avanti, ma la jamaha è rimasta un po’ indietro e quindi le defaiance non sono addebbitabili allo stile di valentino, non voglio dilungarmi, ma la maestria di valentino il signor markez la dovrà dimostrare ancora per un decennio prima di fare un confronto, per ultimo non certo come importanza, valentino è sempre stato un trascinatore, per intelligenza, simpatia ed onesta’, il signor markez ad oggi ha dimostrato solo di essere un opportunista e anche molto scorretto in nessun modo potrà mai eguaglire valentino che soprattutto un campione nella vita.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Johann Zarco

MotoGP, Johann Zarco: “Bagnaia la scelta più giusta per Ducati”

MotoGP, Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi: “Per me il Mondiale è già finito”

MotoGP, Paolo Ciabatti

MotoGP, Paolo Ciabatti: “Non sarà facile sostituire Andrea Dovizioso”