MotoGP, Valentino Rossi nel box Yamaha

Valentino Rossi e Ramon Forcada: la sfida continua… ma sarà diversa

In Petronas SRT Valentino Rossi ritrova (a distanza) una vecchia conoscenza: Ramon Forcada. Ma nella prossima stagione MotoGP ci sarà un'altra atmosfera.

16 gennaio 2021 - 14:42

I destini di Valentino Rossi e Franco Morbidelli si sono incrociati oltre dieci anni fa, con i primi allenamenti insieme sullo sterrato. Con il passare del tempo il veterano di Tavullia gli ha permesso di crescere non solo in moto, ma anche come persona, offrendogli supporto manageriale e umano. Fino a qualche anno fa nessuno avrebbe mai immaginato di vederli insieme, non solo in MotoGP, ma addirittura nello stesso box… satellite. Il Dottore conosce bene l’ambiente Yamaha, tanto da pensare di legarsi anche nel post carriera con il team privato VR46. In Petronas troverà anche una vecchia conoscenza come Ramon Forcada, ex capotecnico di Jorge Lorenzo ai tempi del muro, poi di Maverick Vinales per una breve parentesi.

Il tecnico catalano potrebbe scrivere pagine di storia su Valentino Rossi, ha collezionato titoli iridati e vittorie, guadagnando la piena fiducia di Franco Morbidelli. “Il rapporto tra Rossi e Jorge ha avuto molti alti e bassi – ha ricordato Forcada in un’intervista recente -. All’inizio era un bel rapporto, il problema era in pista. Arrivò uno più veloce di lui… Questo era un problema“. Stavolta il nove volte iridato viene sconfitto dal suo stesso allievo, che vorrà ripetersi anche nel 2021. Rispetto sì, ma in pista già la visiera e vinca il migliore. Il 41enne pesarese ha ben poco da perdere, l’italobrasiliano ha molto da doversi ritagliare, con il tempo (non solo del cronometro) che gioca dalla sua parte.

Il buon rapporto tra Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci si è rovinato nel tempo, quando entrambi puntavano al podio. Tra Valentino Rossi e Franco Morbidelli non accadrà una cosa del genere, troppo solida l’amicizia che li lega, già messa a dura prova dall’ascesa di Franky. Adesso in VR46 servono giovani promesse in grado di compiere l’ultimo step, perché non basta entrare in MotoGP. “Che ci siano buone vibrazioni tra i piloti è importante, purché capiscano che questo deve avvenire dietro i box“, ha aggiunto Ramon Forcada. “Quando si entra in pista ognuno per conto suoi“. Ma stavolta, comunque vada, il tecnico spagnolo potrà contare su un’atmosfera ben diversa dai tempi di Jorge Lorenzo…

1 commento

makitari_15179021
17:29, 16 gennaio 2021

Credo che VR stia studiando come finire la carriera da pilota in modo esemplare e come diventare “grande” … come Manager di una squadra vincente. Già perchè a VR piace vincere e lo vuole assolutamente dimostrare anche nella maturità anagrafica … anche se avrà per sempre l’ aspetto dei suoi allievi … Patto con il Diavolo ?
Io dico intelligenza, negli affari, come nella vita.
Avere nervi e cervello non è comune.
Vedere alla voce JL … uno che oggi fa solamente il fighetto … di classe … per carità, ma anche di rapina, con un complice spagnolo … come lui che si chiama MM. scusate … vado a vomitare e torno …

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Moto2 e Moto3, a Portimao continua la preparazione per la stagione 2021

MotoGP, Danilo Petrucci

MotoGP, Danilo Petrucci: rinnovo di contratto dopo il Mugello

MotoGP Test Qatar 2021

MotoGP Test Qatar: focus box-to-box, lavori in corso in pit-lane