MotoGP, Johann Zarco

MotoGP, Zarco: “Sto guardando i video di Lorenzo in Ducati”

Johann Zarco in quarantena ad Avigonone in attesa che la MotoGP abbia inizio per esordire con Ducati. Intanto studia i video di Jorge Lorenzo con la Rossa.

19 aprile 2020 - 8:51

Jorge Lorenzo e Ducati hanno deciso di percorrere strade diverse in MotoGP proprio nel momento più bello, quando stavano cominciando a vincere. tre vittorie e un podio. Ma ha dato un notevole contributo all’evoluzione della Desmosedici, tanto da diventare un punto di riferimento per i nuovi arrivati. Vedi Pecco Bagnaia nella stagione 2019 e ora per Johann Zarco. Il francese sta trascorrendo la sua quarantena ad Avignone, non solo preparandosi fisicamente e dilettandosi con la chitarra. Guarda vecchi filmati di Jorge per studiarne lo stile di guida fluido e pulito.

Il modo di guidare di Johann Zarco è abbastanza simile, con quella ricerca della perfezione millimetrica in curva. Motivo per cui non è riuscito ad adattarsi ad una KTM RC16 troppo aggressiva. “Per me è interessante seguire l’evoluzione di Jorge Lorenzo dato che guido una Ducati“, ha detto il francese a Motogp.com. “Era quello che forse aveva più problemi con la Ducati, ma alla fine è diventato molto veloce. Non significa che voglio seguire gli stessi passi, ma è interessante vedere e capire cosa potrebbe cambiare o cosa Lorenzo ha imparato in questo periodo. Solo per tenere a mente che tutto è possibile, senza preoccuparsi troppo se non arriveranno immediatamente i risultati“.

OBIETTIVO TEAM FACTORY

Se la Yamaha aveva il suo punto di forza in percorrenza di curva, la Ducati lo trova in rettilineo, in accelerazione e in frenata. Johann Zarco ha dovuto saltare i test MotoGP di Valencia e Jerez. Il debutto con la Desmosedici è avvenuto in Malesia (17esimo crono finale), ma già in Qatar ha mostrato passi avanti in termini di prestazione assoluto e passo gara. “Tornare su una moto nuova dopo una lunga pausa non è mai facile. La mia caviglia ora va bene, ma non ho fatto nessun test a Valencia e Jerez, poi ho dovuto scoprire una nuova moto, tra l’altro con una gomme nuova. In Ducati mi hanno subito detto di non preoccuparmi“.

I risultati di Andrea Dovizioso (tre volte vicecampione MotoGP) e Danilo Petrucci dimostrano cosa sia in grado di fare la Desmosedici. Johann Zarco non avrà una moto factory a disposizione, né un team all’altezza di quello ufficiale. “Ma Ducati ha spiegato che l’obiettivo è anche quello di portare Avintia a un livello migliore. In Avintia stiamo creando uno spirito molto positivo per crescere tutti. Voglio essere tra i primi 10, da lì tornare tra i primi cinque e poi sognare la posizione migliore“. L’obiettivo è conquistarsi un posto nel team factory quanto prima.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Moto2, GP Qatar 2020

Moto2 e Moto3, chi sono i favoriti nel 2020?

MotoGP Aprilia brake cover

MotoGP, la tecnica: l’evoluzione dello stile di frenata (parte 1)

Espargaro KTM MotoGP

MotoGP, KTM riparte: test a Spielberg con Espargaró e Pedrosa