motogp assen

MotoGP, Zarco e Miller: “Ora Ducati può salire sul podio ovunque”

Fabio Quartararo, Johann Zarco, Jack Miller, Miguel Oliveira, Marc Márquez e Valentino Rossi in conferenza stampa ad Assen. Le loro parole.

24 giugno 2021 - 18:18

Ultimo fine settimana di gare prima della lunga pausa estiva. Certo ogni pilota MotoGP punta a fare del proprio meglio, chiude così col miglior risultato possibile un’intensa prima parte di stagione 2021. In primis Fabio Quartararo, al comando della classifica generale verso il 9° evento stagionale, ma anche le rosse di Johann Zarco e Jack Miller. Senza dimenticare il gran momento di Miguel Oliveira, o il ritorno alla vittoria di Marc Márquez, per finire con Valentino Rossi, il suo team ed il futuro ancora da definire. Oltre ad essere diventato cittadino onorario della città di Assen. Questi i protagonisti della conferenza stampa alla vigilia delle prime prove libere.

“Pausa? Tra una settimana vorrò tornare!”

Fabio Quartararo arriva molto carico dopo un GP in Germania piuttosto complesso. “Il podio è stato un ottimo risultato, ma era il massimo possibile.” Non nasconde l’emozione per questo nuovo evento. “È una delle mie piste preferite, poi la moto sta andando bene e sono convinto che possiamo ottenere un buon risultato.” Per chiudere al meglio prima della pausa estiva. “Devo dire che cinque settimane sono tante… Servirà comunque, ma so che alla seconda settimana vorrò già tornare!” Parlando poi del collega di box Maverick Viñales, “Ogni pilota è diverso, non penso che copiare sia la cosa giusta… Lui qui ha vinto nel 2019, se va per la sua strada certo sarà competitivo, ma per me non ci sono problemi.”

“Più forte per lottare con Fabio”

Johann Zarco è 2° in classifica generale, ancora più carico dopo alcune problematiche al Sachsenring. “Spero di fare bene, sarebbe buono per il campionato prima della pausa. La moto ha il potenziale per salire sul podio ovunque, al Sachsenring ci è mancato qualcosa ma ho imparato tante cose e sono sicuro che sarò più forte per cercare di lottare con Fabio, che certo sarà veloce questo weekend.” Riguardo alla prossima pausa estiva, “A me piacciono le gare consecutive… Dovrò riposarmi, ma prepararmi anche bene per il ritorno.” Non manca un commento su Assen storicamente non così semplice per la Ducati. “Credo sia per le curve strette ed i cambi di direzione veloci. Penso però che quest’anno possiamo salire sul podio anche su piste sulla carta difficili.”

“Quest’anno pacchetto da podio”

Jack Miller arriva da terzo iridato e con bei ricordi di questo tracciato. Su tutti certo la prima vittoria MotoGP ottenuta nel 2016. Da allora non è andata sempre benissimo, ma è molto positivo per quest’anno. “È un bel ricordo” ha sottolineato riferendosi al suo successo. “Non vedo l’ora di tornarci. Nel 2019 abbiamo avuto qualche difficoltà, ma direi che con il pacchetto di quest’anno possiamo lottare per podio, cercando di mettere tutto assieme e lottando per punti importanti. Finire la prima parte di stagione con un buon risultato sarebbe importante.” Riprendendo il discorso di Zarco su Assen difficile per Ducati, “Credo anche io per i cambi di direzione, ma anche per le curve lunghe, soprattutto in passato, mentre quest’anno abbiamo visto tanti passi avanti.”

“Assen da scoprire”

Miguel Oliveira arriva da un momento di grande crescita e competitività dopo un inizio difficile. Gli altri piloti MotoGP certamente lo stanno tenendo d’occhio, l’ha ribadito anche Bagnaia, ed il pilota KTM certo non nega la motivazione dopo gli ultimi risultati positivi. “Siamo in un ottimo momento e siamo molto motivati” ha sottolineato. “Assen sarà una pista che dobbiamo scoprire con questo nuovo pacchetto, ma finora possiamo dire che siamo andati bene ovunque. Domani certo sarà una giornata chiave per valutare il set up e cercare di essere subito competitivi.” Ribadendo anche che “Ho un bel team che mi sta aiutando molto.” E sulla pausa: “Quando vai bene certo vuoi continuare, ma questo è il calendario. Ci attendono 5 settimane di stop, serviranno prima di ripartire.”

“Momento difficile, il Sachsenring non l’ha cancellato”

Marc Márquez arriva dal ritorno al successo su una delle sue piste-talismano. Ma non si aspetta una replica ad Assen, anzi tutt’altro. “È stato importante tornare a vincere in un momento così difficile. Eravamo in una brutta situazione e certamente è motivazione extra per me e team. Ma qui torneremo alla nostra ‘vera’ situazione: non mi aspetto stesso livello del Sachsenring, ma certo spero di fare passi avanti rispetto al Mugello ed al GP in Catalunya.” Sottolineando anche che “In Honda stiamo cercando una base da cui iniziare a lavorare. Ora tutti i piloti stanno cercando per una moto simile ed è vero che Pol al momento ha qualche problema.” Non obietta sulle parole del collega, ovvero l’intenzione di copiare il suo set up. Preferendo ribadire che “È sempre un momento difficile, il Sachsenring non l’ha cancellato.”

“Non ho ancora deciso”

Valentino Rossi arriva al nono evento 2021 con il fresco annuncio del suo team in MotoGP l’anno prossimo. “Siamo tutti contenti e fieri di questo progetto iniziato con Academy 10 anni fa, con tante persone coinvolte. Correremo con Ducati, parte di un progetto tutto italiano che mira alla crescita di giovani talenti italiani.” Ma non è passata inosservata una frase di chi lo vuole nel team nel 2022. “Il principe sta spingendo per avere me e mio fratello” ha confermato Rossi. “Ma è difficile anche pensare di continuare con questa squadra: l’inizio di stagione non è andato benissimo e dovremo parlare durante la pausa, non ho ancora deciso. Certo resto un uomo Yamaha per tutto quello che abbiamo condiviso.” Di oggi anche la notizia che è diventato cittadino onorario di Assen. “Ne sono orgoglioso, è un posto importante per il motociclismo, nonché una pista che tutti amano, dalla grande storia e dal layout fantastico.”

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” Bestseller su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso: una sola speranza per il ritorno

MotoGP, Zeelenberg-Razali-Stigefelt

MotoGP, Valentino Rossi e Franco Morbidelli “rimandati” al II semestre

Superbike, Jonathan Rea ad Assen

Superbike, Jonathan Rea apre al sogno MotoGP: “Mai dire mai”