MotoGP, Maverick Vinales

MotoGP, Vinales: “Lorenzo è una tattica Yamaha”

Maverick Vinales parla dei primi test MotoGP in sella alla YZR-M1 e dell'arrivo di Jorge Lorenzo in Yamaha: "Ci permetterà di provare nuove parti".

10 marzo 2020 - 19:23

Nel corso del test MotoGP a Sepang tra Jorge Lorenzo e Maverick Vinales non c’è stato scambio di idee e dati. Il pilota di Figueres ha lavorato prevalentemente sulla YZR-M1 2020, il collaudatore sul prototipo 2019 per iniziare a prendere confidenza. Mack ha promosso il lavoro dei tecnici di Iwata, anche se non si è mai soddisfatti al 100%. Soprattutto per quanto concerne la velocità massima sui rettilinei. Ma fa parte del Dna dei quattro cilindri in linea, l’attenzione va invece puntata sull’agilità in percorrenza curva. “Il motore è migliore – ha detto a COPE GP -. Sono abbastanza contento, siamo davvero migliorati, a Doha potevo seguire diversi piloti . Non siamo ai vertici, ma stiamo arrivando e penso che la Yamaha abbia fatto un ottimo lavoro“.

Nella stagione MotoGP 2019, specie nella prima parte di campionato, Vinales ha sofferto molto nelle prime fasi di gara. Migliorando le prestazioni sul giro secco ha potuto partire dalla prima fila e ottenere risultati lodevoli, non dovendo perdere decimi preziosi nei primi giri. “Se eri quinto o sesto era difficile sorpassare , dovevi aspettare che la gomma dei rivali calasse per superarli in curva. Partendo primo o secondo era già un’altra gara“. A tale scopo Yamaha sta perfezionando il sistema di holeshot per migliorare la partenza. “Vedremo nel corso del primo GP“.

RINNOVO CONTRATTO E ARRIVO DI LORENZO

I vertici aziendali gli hanno conferito massima fiducia, come dimostra il rinnovo di contratto già a gennaio. “Mi hanno sempre dato grande importanza – ha aggiunto Maverick Vinales -. Per me era la cosa più importante, questo mi ha convinto a proseguire con Yamaha e portare la moto ad essere la numero uno“. Anche a scapito di estromettere un fuoriclasse come Valentino Rossi. “Spero che Valentino continui, ho imparato tanto da lui e gli sarò sempre grato per quanto appreso in questi tre anni“.

Non solo innovazioni tecniche nel box di Iwata. L’arrivo di Jorge Lorenzo nel ruolo di tester dimostra la chiara volontà di voler essere in prima fila per la corsa al titolo MotoGP. “È una tattica Yamaha per provare nuove parti in gara, questo è molto importante, così da poterle usare nell’altra parte della stagione. Al Montmeló sarà importante vedere come Lorenzo lavora con la nuova moto“. In quella occasione vestirà i panni di wild card. E chissà se nel 2021 non decida di tornare a tempo pieno in sella alla M1. “Se si sente in forma perché no? È molto divertente correre – ha concluso Maverick Vinales –, è un passaggio, quindi se ne ha la possibilità può proseguire“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP rain cover

MotoGP, la tecnica: come ci si adatta alle diverse condizioni meteo?

dominique aegerter motoe

Dominique Aegerter: “I migliori in MotoGP? Márquez e Rossi”

MotoGP, Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi: ipotesi rinnovo e risposta a Nonna Lina