MotoGP, Valentino Rossi e Alessio Salucci

MotoGP, Valentino Rossi: due opzioni per il futuro con le auto

Alessio Salucci, amico di Valentino Rossi, svela le due opzioni per il futuro post MotoGP del campione: Mondiale Endurance o GT World Challange.

14 novembre 2021 - 7:25

L’ultimo giorno di Valentino Rossi in MotoGP è arrivato. Dopo la conferenza stampa di giovedì e gli omaggi dedicati dalla Dorna, è arrivata l’ultima domenica di gara. Partirà dalla decima posizione grazie anche alla scia di Pecco Bagnaia nel Q2: “Il minimo che potessi fare“, ammette il piemontese. Il Ricardo Tormo riserverà ricordi altalenanti per il Dottore, fra cui due titoli mondiali svaniti. L’ultimo nel 2015, quando la Direzione Gara lo costrinse a partire dall’ultima fila dopo quando avvenuto a Sepang con Marc Marquez. L’altro nel 2006, finito nelle mani di Nycky Hayden a causa di una gomma anteriore anomala.

Valencia 2021 sarà ricordato come il giorno dell’addio alla MotoGP. Ci sarà una bella cornice di pubblico con oltre 70mila tifosi, in milioni saranno collegati da casa. Da lunedì inizierà una nuova vita, famiglia e corse GT. Ma non mancheranno gli impegni in moto, infatti Valentino Rossi continuerà ad essere il punto di riferimento al Ranch per gli allievi dell’Academy VR46. “Ci meritavamo di finire così. Per il resto c’è un po’ di malinconia nel sapere che anch’io non rivivrò più le emozioni dei weekend di gara – ammette Alessio Salucci a ‘La Gazzetta dello Sport’ -. Ma è stato bello far parte della sua storia”.

Da domani sarà anche tempo di pensare alla nuova avventura automobilistica. Bisogna prendere delle decisioni e intanto pensare alla 12 Ore del Golfo in programma agli inizi di gennaio. “La scelta è ancora tra Mondiale Endurance e Fanatec (GT World Challange, ndr) – spiega Uccio –, io preferirei il secondo. E’ vero che è Europeo, ma le auto sono tutte GT3, non mi piace quando in gara ci sono categorie diverse, uno come Vale deve correre nella classe al vertice. L’obiettivo futuro è correre con le Hypercar, il 2022 sarà un anno formativo“. Valentino Rossi non ha nessuna intenzione di recitare il ruolo di comparsa, correrà in auto per divertirsi e vincere.

Che favola Marco Simoncelli! “58” racconto illustrato in vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Iker Lecuona

MotoGP, Iker Lecuona critica KTM: “Non è corretto”

MotoGP, Alberto Puig

“MotoGP senza Valentino Rossi? La vita va avanti”: la freddura di Puig

MotoGP, Aleix Espargaro

MotoGP, trattativa Aprilia-Espargarò: rinnovo o ipotesi collaudatore