MotoGP, Valentino Rossi al Mugello

MotoGP, Valentino Rossi: come si festeggia la festa del papà…

La festa del papà passa in secondo piano per Valentino Rossi. A pochi giorni dall'inizio della nuova stagione MotoGP il Dottore intensifica gli allenamenti.

19 marzo 2021 - 10:36

Valentino Rossi intensifica gli allenamenti in vista della nuova stagione MotoGP. Partenza per il Qatar prevista per martedì, doppio tampone come da routine, il secondo al momento dell’arrivo in aeroporto a Doha, poi isolamento obbligatorio in hotel aspettando l’esito negativo. Il veterano è pronto per l’esordio in gara con i colori del team Petronas SRT, su un tracciato che potrebbe regalare soddisfazioni alla Yamaha M1. Il rettilineo sarà il tallone d’Achille, ma in percorrenza di curva il nuovo telaio sembra aver ristabilito l’equilibrio. In attesa del responso della pista.

Il rapporto padre-figlio

Anche oggi sarà una giornata dedicata alla preparazione. D’altronde “la festa del papà” non è mai stato un evento impegnativo in casa Rossi. “Finché io ero il figlio e il babbo era mio padre – racconta Graziano Rossi a ‘Il Resto del Carlino – in famiglia e io in particolare non abbiamo mai pensato che quella avrebbe potuto e dovuto diventare una festa. Quando col passare del tempo io sono diventato il babbo e Valentino e Clara i miei figli, le cose non sono cambiate per niente. Nessuno di noi ha mai accusato come una mancanza il fatto di non festeggiare il papà“. Nessuna vena malinconica per papà Graziano, certo di aver fatto del suo meglio per suo figlio. “Non ci ho mai pensato, ma posso affermare sinceramente di essere molto contento e anche pienamente soddisfatto dei miei rapporti con loro (Valentino e Clara, ndr)”.

Valentino Rossi ha ereditato tutta la grande esperienza in tema di motori da suo padre. Sia dal punto di vista umano e affettivo, sia dal lato tecnico. Poi il pluricampione di MotoGP ha intrapreso la sua strada in solitaria facendo leva sul suo talento naturale. Il primo strappo avvenne sul circuito dei kart di Cattolica, all’età di dieci anni. Papà Graziano cerca di dargli una dritta per la partenza, ma Vale sa già il fatto suo: “Stai tranquillo babbo, ci penso io“. A più riprese il campione di Tavullia ha confessato di voler divenire presto “babbo”. E chissà se un giorno si ritroverà a vedere suo figlio prendere il volo esulando dai suoi consigli.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Razlan Razali e Johan Stigefelt

MotoGP, Razali-Yamaha verso la firma: Valentino Rossi guarda oltre

MotoGP, Aleix Espargarò

MotoGP, Aleix Espargarò su Pecco Bagnaia: “Le regole sono regole”

MotoGP, Jorge Lorenzo

MotoGP, Jorge Lorenzo: “Brutti tempi per Valentino Rossi”