MotoGP, Dani Pedrosa a Jerez

MotoGP, ultimo test KTM a Jerez. Dani Pedrosa ancora senza contratto

KTM chiude la stagione MotoGP 2020 con due giorni di test a Jerez. Dani Pedrosa attende il rinnovo di contratto. Nel 2021 tante novità nel box austriaco.

3 dicembre 2020 - 12:03

Si chiude la stagione di test MotoGP in casa KTM, con Dani Pedrosa e Mika Kallio che chiudono due giorni di prove a Jerez. La casa di Mattighofen ha raccolto gli ultimi dati per proseguire l’evoluzione della RC16 2021 durante la pausa invernale, potendo beneficiare ancora delle concessioni in materia di motore. Mentre gli altri costruttori dovranno tenere congelato il propulsore anche per il prossimo anno, Aprilia e il marchio austriaco proseguiranno con le modifiche necessarie.

Il marchio austriaco archivia il 2020 con tre vittorie quasi inattese, due ad opera di Miguel Oliveira e una di Brad Binder, oltre ai cinque podi di Pol Espargarò. Motivo per cui dovrà limitare il numero di test a partire dalla prossima stagione. Fondamentale il lavoro di Dani Pedrosa nell’ultimo biennio. Solo quest’anno ha trascorso oltre venti giorni in pista fra Red Bull Ring, Brno, Misano, Portimao, Valencia e Jerez. Nelle ultime due uscite ha girato con il prototipo 2021 che verrà messa a punto nel prossimo test a Sepang di febbraio.

Il contratto 

Pedrosa ha un contratto in scadenza e non dovrebbero esserci problemi nel rinnovo. La sua esperienza ha permesso di compiere un decisivo step, soprattutto in termini di telaio, dove ha dovuto fare i conti con una filosofia austriaca piuttosto restia ai cambiamenti. Al momento non ci sono però notizie sul nuovo contratto di Pedrosa, mentre tutti gli altri costruttori hanno già le idee chiare in materia. Yamaha ha annunciato l’arrivo di Cal Crutchlow, Honda proseguirà con Stefan Bradl, Suzuki e Ducati con Sylvain Guintoli e Michele Pirro. Aprilia dovrà scegliere tra Bradley Smith e Lorenzo Savadori.

Novità ai box KTM

Tante le novità in casa KTM nella prossima stagione MotoGP, non solo a livello tecnico. La coppia di piloti factory sarà formata da Brad Binder e Miguel Oliveira, mentre in Tech3 arriverà l’esperto Danilo Petrucci che potrebbe portare una ventata innovativa. Come annunciato alla vigilia del Mondiale, Pol Espargarò si trasferirà nel box Repsol Honda al fianco di Marc Marquez. Lo storico capotecnico Guy Coulon non ricoprirà più il suo ruolo con la partenza di Oliveira. Giunto all’età di 66 anni non seguirà la squadra in giro per il mondo, quantomeno in tutti gli appuntamenti, pur continuando ad avere una carica importante dal punto di vista tecnico, data la grande esperienza in materia di motori, telaio e gomme. Al fianco di Danilo Petrucci ci sarà Sergio Verbena, già capotecnico di Brad Binder nel 2020.

1 commento

fzanellat_12215005
14:57, 3 dicembre 2020

La Ktm è la moto che ha fatto lo step migliore da un
anno all’altro.
Dani ha lavorato con la solita professionalità che
lo ha sempre contraddistinto e i frutti si vedono.
3 vittorie e una decina di podi erano impensabili
solo 1 anni fa.Bravissimi.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Andrea Dovizioso nel box Petronas

MotoGP, Andrea Dovizioso: “Non posso guidare d’istinto”

moto3 moto2 motogp

Moto2 e Moto3, ecco le squadre confermate per la stagione 2022

MotoGP, Fabio Quartararo

MotoGP Test, Fabio Quartararo boccia il nuovo motore: “Serve più potenza”