bradl motogp

MotoGP: Prove di holeshot per Suzuki e Honda a Brno

Suzuki e Honda, test sul dispositivo holeshot. Rins lo utilizzerà di nuovo a Brno dopo il debutto a Jerez. Bradl ci sta lavorando.

9 agosto 2020 - 9:37

Holeshot device, un dispositivo a cui ormai stanno lavorando tutte le case MotoGP. Le ultime in ordine di tempo sono Suzuki e Repsol Honda. La casa di Hamamatsu in particolare ha portato al debutto questa novità a Jerez2 con Alex Rins e lo riproverà anche in gara a Brno, visti i precedenti riscontri positivi. Stefan Bradl invece ci sta ancora lavorando: il primo ‘test in gara’ potrebbe avvenire proprio nel Gran Premio della Repubblica Ceca, ma non è ancora certo.

Ricordiamo che è stata Ducati la prima a introdurre questo dispositivo, che abbassa il posteriore della moto per evitare l’effetto wheeling alla partenza. In seguito però tutte le altre squadre hanno iniziato a lavorare a qualcosa di simile, mentre la rossa ha continuato lo sviluppo. Ora il dispositivo viene utilizzato anche nel corso del giro. Petrucci ha ammesso di esser ricorso a questo per ben tre volte ad ogni tornata, mentre Quartararo non riesce ancora a sfruttarlo in questa differente circostanza.

Come detto, Suzuki ha portato al debutto questo dispositivo in Andalucía: con Alex Rins ancora non al top, in squadra ne hanno approfittato per svolgere qualche test in gara in questo senso, raccogliendo qualche dato. Lo spagnolo però si è dichiarato molto colpito. “Il dispositivo di partenza ha funzionato ottimamente a Jerez” ha sottolineato Rins. “Non abbiamo bisogno di anti-wheelie in questo modo. Vediamo qui a Brno come andrà. Non so se Joan lo userà, ma io mi sono trovato molto bene.”

Situazione diversa in casa Honda: Stefan Bradl, oltre a sostituire Marc Márquez, sta anche provando nuove parti. Tra queste non manca un dispositivo holeshot. “Ci serve ancora tempo” ha ammesso il tester HRC. “Ci stiamo però lavorando per cercare di migliorarlo.” Come detto, non è chiaro se il tedesco proverà questo dispositivo questa domenica in gara. Il compagno di box e rookie Alex Márquez invece non avrà niente di simile.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

crutchlow motogp

MotoGP, Crutchlow che guaio: il braccio sta meglio, ma si fa male alla caviglia!

MotoGP, Valentino Rossi a Misano

MotoGP, Valentino Rossi: “Stagione pazza, ci servono punti”

moto2 gardner

Moto2: Remy Gardner ci prova, operazione rientro in Catalunya