MotoGP, Johann Zarco e Pol Espargaro a Brno

MotoGP, Pol Espargarò accusa Johann Zarco: interviene Casey Stoner

Pol Espargarò accusa Johann Zarco per l'incidente durante la gara MotoGP a Brno. Casey Stoner interviene a favore del pilota Ducati Avintia.

9 agosto 2020 - 22:03

Al 10° giro del GP di Brno una collisione tra Pol Espargarò e Johann Zarco mette fuori gioco il pilota KTM, che aveva dimostrato un buon passo per giocarsi un gradino del podio. Al termine della gara MotoGP il pilota di Granollers era su tutte le furie e ha puntato il dito contro l’ex compagno di squadra.

Le accuse di Pol

In una storica giornata di festa per la casa austriaca il festeggiato non è il suo pilota di punta. “E’ una moto che sviluppo da quattro anni e questo è il risultato del mio lavoro. Perciò sono molto contento di vedere vincere una KTM. Ovviamente è il mio sogno, oggi Brad lo ha realizzato, mi sarebbe piaciuto che a realizzarlo fossi io“, ha raccontato Pol Espargarò a DAZN. Nella prima parte di gara ha utilizzato una mappatura “comoda” così da poter spingere nel finale.

Mentre era in lotta per il 4° posto con Zarco, il catalano ha perso il controllo della sua RC16 andando lungo alla prima curva. Ha chiuso la traiettoria, ma ha trovato il francese all’interno della curva: “Era la mia traiettoria naturale. Johan ha dato gas per cercare la collisione. L’unico che poteva evitarlo era lui… Non ha fatto nulla per evitare l’incidente“.

La Direzione Gara ha inflitto al pilota Avintia un long lap penalty, sanzione con cui si trova concorde Pol Espargarò. Ma avanza critiche anche per il modo in cui l’ha eseguita. “Il regolamento dice che la moto e il pilota devono essere all’interno della linea bianca e lui aveva il corpo fuori dalla linea. Ovviamente per come l’ha fatto non ha perso nulla ed è salito sul podio“.

La difesa di Zarco

Johann Zarco ha temuto per una penalizzazione più severa, ma non crede di aver commesso errori. “Pol è andato lungo alla curva 1, sono entrato pensando che potesse vedermi, ma sembra che non potesse. Mi sono preoccupato un po’, perché nei giri successivi pensavo intervenisse la Race Direction. E dopo diversi giri è arrivata la penalità quando ero terzo, pensavo di poter perdere due o tre posizioni e poi avrei dovuto lottare con altri piloti e finire le gomme. Ma non ho perso la posizione nel long lap“.

L’intervento di Stoner

Casey Stoner è intervenuto sui social per criticare la penalizzazione inflitta dalla Direzione Gara. “Un disastro per la MotoGP! Zarco non ha fatto niente di male, se vai largo non puoi aspettarti di tagliare il cordolo senza che nessuno sia lì. Terribile decisione da parte degli ufficiali“. Paolo Ciabatti è sobbalzato fuori dai box dopo la sanzione, sui social poi ringrazia l’ex campione. “Grazie Casey! Zarco stava per finire secondo… Un risultato incredibile per Reale Avintia. Una decisione davvero pessima dalla Direzione Gara. Fortunatamente Johann è riuscito a cavarsela e finire terzo sul podio“.

4 commenti

azross_1847399
17:06, 10 agosto 2020

Quindi in gara devi dare la precedenza a chi rientra da un lungo ?
Commissari idioti

tonysupermach_14959114
14:34, 10 agosto 2020

Espargaro dovrebbe sapere che chi sta all’esterno della curva ha solo da rimetterci, eppure cerca il contatto. Ma la direzione di gara penalizza Zarko. D’altronde, se di cognome non ti chiami Marquez e non sei neppure spagnolo…….

giammarle_14427893
13:07, 10 agosto 2020

Hanno perfettamente ragione Stoner e Ciabatti, dalle riprese aeree era più che evidente come Zarco non avesse responsabilità, resta inspiegabile la decisione della Direzione Gara condivisa, tra l’altro, solo ed esclusivamente dal duo televisivo Meda-Sanchini che notoriamente non ne azzecca una.
Agostini, in studio, ha immediatamente espresso dubbi sul punto di vista dei due commentatori.

    wwwcarmel_14942506
    16:16, 12 agosto 2020

    Infatti….sarebbe ora che mettessero qualcun’altro a commentare la motogp….
    Lascerei solo Sanchini….ma l’altro….che c…….i!!

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi a Misano

MotoGP, Valentino Rossi: “Stagione pazza, ci servono punti”

moto2 gardner

Moto2: Remy Gardner ci prova, operazione rientro in Catalunya

motogp misano 2020

MotoGP: i numeri di un doppio GP ‘pubblico’ a Misano di grande successo