MotoGP, Miguel Oliveira

MotoGP, Miguel Oliveira eroe in patria: in pole con Papa Francesco e Covid-19

Miguel Oliveira, dopo le due vittorie MotoGP, è un idolo in patria: il pilota KTM è tra gli argomenti più ricercati su Facebook alla pari di Papa Francesco.

12 dicembre 2020 - 10:43

Miguel Oliveira lascia il box Tech3, dove ha vissuto le sue due prime stagioni in MotoGP, per passare al team KTM factory. Il portoghese archivia il 2020 con due vittorie in sella alla RC16 e il 9° posto assoluto in classifica. “La top ten è stata soddisfatta e nel finale ho persino iniziato ad aspirare di finire più in alto. Ma era tutto così atipico che i conti si sono molto confusi. Il vincitore del campionato ha vinto solo una gara e chi ne ha vinte tre è arrivato ottavo. Non sono andato al di sopra delle aspettative, era quello che speravo di ottenere“.

L’opinione sull’emergenza sanitaria

Il secondo trionfo è arrivato nella sua patria, sul circuito di Portimao finora inedito alla classe MotoGP. Dal prossimo campionato proverà  non solo a ripetersi, ma persino a migliorarsi. E lascia il garage satellite con un tocco di classe, regalando orologi personalizzati, incisi con la sua firma, per ogni membro del team, compresi quelli di Iker Lecuona. Un modo per esorcizzare la sua nuova avventura e il brutto periodo che sta vivendo non solo il paddock, ma il mondo intero. “La paura che ho è quella dell’impatto sociale che sta avendo la pandemia – spiega al giornale iberico ‘O Jogo’ -. Temo che possa causare una sorta di danno irreversibile ai giovani, nel modo in cui frequentano le lezioni, nel modo in cui vengono privati ​​dello stare insieme, del suonare insieme. Immagino sia un momento difficile, ho paura delle famiglie che potrebbero perdere il lavoro. Per quanto riguarda la salute, non ho molta paura, è già stato dimostrato che l’impatto non è così grande. Soprattutto se confrontato all’impatto che può avere sull’economia, sulla vita delle persone, sulla crescita e sullo sviluppo dei giovani“.

Miguel eroe in patria

In Portogallo Miguel Oliveira ha conquistato i giovani e non solo. Sta diventando un vero e proprio idolo in patria! Secondo “Facebook: Year in Review”, gli argomenti più discussi quest’anno in Portogallo sono il Covid-19, Papa Francesco e il pilota KTM, che ha vinto la sua prima gara di Moto GP il 23 agosto, in Austria. Dorna ha inserito nel calendario MotoGP l’autodromo di Portimao, purtroppo quest’anno senza spettatori. Ma siamo certi che, il giorno in cui gli spalti torneranno ad affollarsi, sarà un tripudio per il giovane alfiere di Almada.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi e Andrea Dovizioso

Test MotoGP, Valentino Rossi cambia programma. ‘Dovi’ più aggressivo

MotoGP, Fabio Quartararo

MotoGP, Fabio Quartararo: “Da Dovizioso aspettiamo info su Ducati”

iker lecuona motogp

MotoGP, Iker Lecuona: “Devo mantenere lo stesso spirito di sempre”