meregalli motogp yamaha

MotoGP, Meregalli (Yamaha): “Cal Crutchlow avrà parecchio da fare”

Massimo Meregalli valuta con un 6,5 il 2020 per Yamaha. "Non abbiamo raggiunto l'obiettivo." In programma parecchi test col nuovo collaudatore Crutchlow.

11 dicembre 2020 - 20:00

Sette vittorie a nome Yamaha nell’intera annata MotoGP 2020 (con podio monopolizzato nel GP d’Andalucía), un totale di 12 piazzamenti sul podio. Ma gara dopo gara la lotta per il titolo è diventata sempre più difficile, l’obiettivo principale si è allontanato sempre di più. Soprattutto per il duo Monster Energy Yamaha, che ha accusato parecchie problematiche nel corso di quest’annata. La maggior parte di podi e vittorie (anzi, diciamo quasi tutti) porta le firme del duo della squadra satellite… Per il team manager Massimo Meregalli, fondamentale è stata la mancanza di costanza.

Nel complesso parla di “Una stagione da 6,5. Abbiamo fatto grandi cose, ma non abbiamo centrato l’obiettivo primario. È stata un’annata strana e difficile.” Ai microfoni di motogp.com ha spiegato poi che “Siamo partiti bene, sia nei test invernali che a Jerez, ma ci è mancata soprattutto la costanza, ovvero ciò che ti permette di lottare per il titolo. Prima di cominciare ci eravamo prefissati di essere costanti e di lottare per il campionato, ma ci sono stati tanti fattori che non ci hanno permesso di farlo.”

Parla poi in particolare dei due piloti del team factory. “Maverick [Viñales] è partito molto bene, facendo belle qualifiche, ma in seguito mancava qualcosa. Mi ripeto, ma ci è mancata la costanza e lui non è stato in grado di fare il suo in gara, non sempre per colpa sua. Non riusciva ad essere rapido in tutti i circuiti.” Valentino Rossi invece “Non aveva mai registrato così tanti ritiri, addirittura tre consecutivi. In seguito ha preso il Covid, ci sono stati anche problemi tecnici. Certo non va in archivio come una delle sue stagioni migliori. L’anno prossimo avrà l’occasione di riscattarsi.”

Per il 2021, “Ci sono tante aree in cui dobbiamo migliorare. Arriverà Fabio [Quartararo], per una line-up con due piloti giovani e veloci. Nostro compito sarà fornire loro tutto ciò che servirà per essere rapidi e costanti per l’intera stagione. Quest’anno poi abbiamo avuto particolari problemi nelle ultime gare ed è qualcosa che non vogliamo ripetere.” Non mancherà da fare per il nuovo collaudatore della casa dei tre diapason. “Stiamo preparando un intenso programma di test” ha sottolineato Meregalli. “Covid permettendo, penso che Cal avrà parecchio lavoro da fare.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Marc Marquez e Alex Marquez

MotoGP, spostamenti tecnici da e verso il box di Marc Marquez

MotoGP, Pol Espargaro

MotoGP, Pol Espargarò e la convivenza con Marc Marquez

bendsneyder moto3 motogp

MotoGP: le beffe dell’ultimo giro, o addirittura degli ultimi metri