MotoGP, Maverick Vinales

MotoGP, Maverick Vinales-VR46: impazza il fantamercato d’estate

Mavrick Vinales infiamma le voci di mercato MotoGP. L'accordo con Aprilia sembra vicino, ma c'è chi lo vorrebbe in Aramco VR46 o in Suzuki.

8 luglio 2021 - 12:10

L’annuncio del divorzio tra Maverick Vinales e Yamaha a fine stagione ha infiammato l’estate della MotoGP. Dopo la gara terminata sul podio di Assen, il pilota di Roses ha scoperto le carte in tavola. Il rapporto con i vertici di Iwata si sono ormai logorati, l’arrivo di Silvano Galbusera al posto di Esteban Garcia è solo la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Il malumore nasce già dall’anno scorso, quando il reparto ingegneristico non ha accolto certe richieste in materia di evoluzione della YZR-M1.

La domanda che tutti si pongono è quale sarà il destino di Vinales e negli ultimi giorni ognuno azzarda la sua. Secondo le voci più accreditate Aprilia avrebbe trovato un accordo di massima con l’alfiere di Roses, ma si attende l’ufficialità. Del resto non è facile trovare un’intesa economica per il pilota più pagato nel paddock dopo Marc Marquez. Ma altre voci mettono in subbuglio il mercato piloti della classe MotoGP, sebbene siano da prendere con le pinze. La prima porterebbe al team VR46 di Valentino Rossi. Il tira e molla sull’accordo con Aramco potrebbe essere una mossa per garantire un nome importante come pilota in sella alla Ducati.

Il principe Abdulaziz non ha nascosto di volere Valentino Rossi in squadra. Un desiderio che rimarrà probabilmente inesaudito e Vinales sarebbe un’alternativa. Stando però a queste voci Maverick vorrebbe far parte del team Ducati factory, con Pecco Bagnaia che scalerebbe in VR46 con una moto ufficiale. Ipotesi seccamente già smentita da Davide Tardozzi che ha chiuso ogni porta al pilota spagnolo per la stagione 2022. Inoltre Valentino Rossi ha chiarito dal primo giorno che il suo team darà spazio innanzitutto agli allievi dell’Academy!

Un’altra ipotesi porterebbe Vinales in Suzuki, la sua ex squadra con cui aveva iniziato a vincere prima di approdare in Yamaha. La Casa di Hamamatsu ha un accordo con Joan Mir e Alex Rins fino alla fine del 2022. Si racconta di un possibile scambio Rins-Vinales tra Suzuki e Yamaha. Fantamercato allo stato puro! Sembra invece certo il tentato avvicinamento di Miguel Oliveira da parte di Yamaha, ma il portoghese ha chiuso le porte. Invece in Petronas SRT avrebbero messo gli occhi su Raul Fernandez, ma l’affare non è per niente semplice. Resta ancora in piedi l’ipotesi Garrett Gerloff in Yamaha, anche se il sogno resta Andrea Dovizioso…

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

2 commenti

ceccorap_15062527
13:55, 8 luglio 2021

Ipotizzabile lo scambio con Rins, ma ricordo che Honda non ha un pilota top, con MM non ancora tornato al massimo della forma: ripetere il 2020 sarebbe da stolti e il 26ienne Maverik potrebbe essere nel mirino, anche economico, della casa dell’ala dorata.

FRA 1988
13:08, 8 luglio 2021

Vinales ha dato il meglio nella Suzuki e lo vedrei benissimo in una squadra che conosce.
Rins non verrebbe certo rimpianto sta dimostrando
di essere un pilota inconsistente e spesso a terra.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

mta ortola moto3

Moto3: Ivan Ortolá al debutto con Team MTA nel Mondiale 2022

MotoGP, Valentino Rossi a Misano

MotoGP, Valentino Rossi: “Gomme Michelin? Serve più coerenza”

enea bastianini motogp

MotoGP, Enea Bastianini: “Michele Pirro riferimento nelle prime libere”