MotoGP, Massimo Rivola

MotoGP, Massimo Rivola: “Maverick Vinales al centro del progetto”

Aprilia pronta al alzare il mirino nel campionato MotoGP. Massimo Rivola afferma che l'evoluzione della RS-GP 2022 sarà guidata dal neo arrivato Maverick Vinales.

27 agosto 2021 - 16:59

Aprilia è pronta a schierare l’artiglieria pesante con l’arrivo di Maverick Vinales. Il pilota di Roses debutterà ufficialmente con la RS-GP21 ad Aragon, dopo il test privato MotoGP del 31 agosto-1° settembre sul circuito sanmarinese. Nelle stesse giornate girerà anche anche Ducati che ha prenotato la pista adriatica per testare il prototipo 2022 con Michele Pirro. La due giorni di test sarà la prima tappa di un lungo percorso che la Casa di Noale ha deciso di intraprendere per salire quanto prima sul podio.

Vinale al centro dei piani Aprilia

L’arrivo di Massimo Rivola ha dato la spinta decisiva per far decollare un sogno ambizioso. Prima con la riorganizzazione del team e l’arrivo di nuove figure ingegneristiche dal mondo della F1. Poi con l’ingaggio di un top rider che contribuirà decisivamente all’evoluzione della moto.  “L’obiettivo è portare Maverick sulla moto il prima possibile, perché la versione 2022 sarà sviluppata secondo le sue istruzioni“. In cantiere ci sono alcune wild card, non è da escludere che possa sfruttare le sei wild card a disposizione. “Prima faremo questo test e poi vedremo cosa possiamo fare. Ovviamente vederlo in pista in una gara sarebbe qualcosa di molto interessante“.

L’addio a Dovizioso

Negli ultimi mesi ci ha pensato Andrea Dovizioso a raccogliere dati utili ai tecnici Aprilia. Ma il forlivese non è mai sembrato propenso ad abbracciare seriamente il discorso MotoGP con la RS-GP. “Il test della prossima settimana lo avremmo fatto con’ Dovi’ – ha spiegato Rivola a DAZN -. Ma poiché possiamo inserire Maverick lo faremo con lui. Con Andrea vedremo se andrà in Yamaha o se continuerà con noi. Ha fatto un buon lavoro con Aprilia, la porta è ancora aperta per lui“. Ma l’ex Ducati è vicinissimo al team Petronas con cui potrebbe debuttare già dal prossimo round MotoGP ad Aragon.

Il sogno iridato

L’arrivo di Maverick Vinales spinge la Casa veneta ad alzare il mirino nel campionato mondiale. L’accoppiata con Aleix Espargarò contribuirà a far crescere la moto ed entrambi potranno spingersi a vicenda. “Penso che il binomio Maverick – Aleix sia molto buono per continuare a crescere. E’ chiaro che ora non abbiamo una moto in grado di vincere il Mondiale – ha concluso Massimo Rivola -, ma l’obiettivo è essere più forti e vincerlo“. Il pilota di Granollers continuerà ad inseguire la sua top-5 in questa stagione MotoGP, ma nella pausa invernale si attende l’ultimo e decisivo step da parte dei tecnici Aprilia.

Massaggio Capitale, relax a Roma

1 commento

FRA 1988
17:13, 27 agosto 2021

Vincere il mondiale? Una buona battuta, sarebbe già tanto se fosse nei primi 6-7 del campionato.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Enea Bastianini e Ruben Xaus

MotoGP, il budget fa il gap: Enea Bastianini stile Robin Hood

MotoGP, Marc Marquez a Misano

MotoGP, Honda-revolution: Marquez apre la strada, Espargarò in bilico

Superbike, Toprak Razgatlioglu

MotoGP, Toprak Razgatlioglu pronto per un test con la Yamaha