quartararo crash motogp

MotoGP Silverstone, Prove 2: Quartararo, dalla caduta al miglior tempo

Turno movimentato per Fabio Quartararo, prima caduto e poi risalito in testa alla classifica. Seguono Jack Miller e Jorge Martín.

27 agosto 2021 - 15:59

Secondo turno di prove libere a due facce per Fabio Quartararo. Il leader MotoGP inizia con un bel botto, per poi tornare in sella e mettere a referto il miglior crono del venerdì. Niente male come giornata per il pilota Monster Yamaha, che si lascia alle spalle le rosse di Jack Miller e del rookie Jorge Martín, ma non male nemmeno il suo Repsol Honda a ruota. Provvisoriamente in Q2 anche Pecco Bagnaia, Aleix Espargaró, la KTM di Brad Binder, la Suzuki di Alex Rins e Valentino Rossi. Tutti gli orari del Gran Premio.

Nel turno del mattino era stato Marc Márquez a piazzare il tempo di riferimento. Con brivido finale, visto che si è reso protagonista di una caduta ad altissima velocità, fortunatamente con conseguenze solo per la RCV praticamente distrutta (le immagini in alto). Si riparte per vedere chi emergerà in questa seconda sessione di prove libere, dando un’occhiata da vicino anche alla Honda del pluricampione di Cervera.

 

Pochi minuti ed ecco un brutto incidente alla curva 8 per l’attuale leader MotoGP Fabio Quartararo. Inizialmente il pilota Monster Yamaha appare piuttosto dolorante alla caviglia sinistra, ma sembra non sia nulla di troppo serio, visto che a parte una leggera zoppia se ne va sulle sue gambe. Non ci metterà molto infatti a tornare in azione… In seguito finisce a referto la seconda caduta di giornata per Alex Márquez, nello stesso punto del fratello Marc, con la sua RC213V che ne esce piuttosto distrutta (qui le immagini). In testa intanto passano i due fratelli Espargaró, precisamente l’alfiere Aprilia davanti al pilota HRC, finché non emerge il capoclassifica iridato. È lui il migliore del venerdì di libere, con due rosse e la coppia Repsol Honda al seguito.

Massaggio Capitale, relax a Roma

La classifica FP2/combinata

Foto: motogp.com

1 commento

FRA 1988
16:52, 27 agosto 2021

Poteva essere un macigno per il campionato invece da queste cose si capisce che è il suo anno. La velocità non viene mai scalfita ed è tornato in pista con una cattiveria micidiale dopo la caduta.Si merita il campionato non c’è altro da aggiungere

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Enea Bastianini e Ruben Xaus

MotoGP, il budget fa il gap: Enea Bastianini stile Robin Hood

MotoGP, Marc Marquez a Misano

MotoGP, Honda-revolution: Marquez apre la strada, Espargarò in bilico

Superbike, Toprak Razgatlioglu

MotoGP, Toprak Razgatlioglu pronto per un test con la Yamaha