MotoGP, Marc Marquez e suo fratello Alex

MotoGP, Marc Marquez: “Se Alex non merita si cambierà pilota”

Marc Marquez pronto a cambiare compagno di squadra nella stagione MotoGP 2021 se suo fratello Alex non meriterà il rinnovo: "Non impongo nessuno".

28 febbraio 2020 - 12:54

Marc Marquez si augura che presto arrivi il giorno in cui potrà contendersi una vittoria in MotoGP con suo fratello Alex. Ma quel giorno è ancora lontano. Il test IRTA in Qatar ha messo in evidenza non solo i problemi tecnici della RC213V 2020, ma anche i limiti di un rookie alle prese con la Honda. Una moto difficile in curva anche per dei veterani come Pedrosa, Lorenzo, Crutchlow. Nell’ultima giornata a Losail il campione pare abbia trovato delle soluzioni utili in ottica campionato, non ancora al vaglio di suo fratello.

Il primo week-end di gara sarà un’occasione utile per rimettersi al lavoro sul prototipo ibrido 2019/2020. Difficilmente Alex Marquez avrà una buona base di partenza, ma la certezza è che la specifica del motore dovrà essere congelata, il primo Aero-pack omologato. Da qui dovrà partire lo sviluppo della moto 2020 del campione Moto2, che inizia la stagione MotoGP con un obiettivo umile ma non semplice: la top-10. “Voglio provare quello che Marc e Cal hanno provato (a Losail, ndr) per vedere se la moto migliora“, ha spiegato il fratello di Marc Marquez. “Per me è una moto difficile, ha diversi punti critici”. Ma c’è ottimismo nei propri mezzi: “Non sono qui per caso. Le cose arriveranno, con il tempo“.

ALEX E IL RINNOVO DA GUADAGNARE

Eppure i tempi del mercato MotoGP rischiano di remare contro, perché a meno che non ci sia un patto non detto con Marc, il rookie di Cervera rischia la sua sella ufficiale. Per mettere la firma sul rinnovo servono buoni risultati, far parte del team iridato Repsol Honda richiede quantomeno gare dignitose. Team e pilota rischiano di bruciarsi a vicenda se Alex Marquez non riuscirà a trovare la quadra con la RC213V. Essere il fratello del campione può sicuramente agevolare il compito, negli allenamenti a casa il Cabroncito potrà spiegare tanti segreti di un prototipo realizzato secondo le sue direttive. “Marc è il migliore per conoscere i segreti della Honda”, negarlo è impossibile. E imparare non sarà semplice né scontato. “La squadra mi dà tranquillità. Il vero obiettivo è quello di essere rookie dell’anno. Essere tra i primi 10 alla fine sarebbe un buon obiettivo“.

Basterà per meritarsi il rinnovo in MotoGP? Ufficialmente Marc Marquez è stato chiaro: “Non ho mai bandito nessuno, non ho mai imposto nessuno al mio fianco. Se Álex vuole restare dovrà farlo per i suoi meriti. E se non ci riuscirà, ci sarà un altro compagno di squadra. Ma è abbastanza grande, ha l’esperienza e la velocità per fare la sua carriera sportiva“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

ducati motogp

MotoGP, il messaggio positivo di Ducati. “Insieme ne usciremo”

max biaggi

Max Biaggi: “Romano Fenati pilota da top 3 nel Mondiale”

MotoGP, Pol Espargaro

MotoGP, Pol Espargarò: “Fratelli Marquez, la convivenza sarà complicata”