MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, Marc Marquez: “Quello che mi sta accadendo è strano”

Marc Marquez conta di tornare in condizioni migliori dopo la pausa MotoGP. Fino ad Assen la situazione fisica era ancora troppo instabile.

10 luglio 2021 - 8:34

Sono 40 giorni fondamentali per Marc Marquez, quelli che vanno dall’ultimo GP di Assen alla ripresa del campionato MotoGP. Un lasso di tempo per poter recuperare le forze necessarie dopo il lungo infortunio, le tre operazioni, lo stress fisico dal rientro a Portimao. “Voglio disconnettermi da tutto e non fare nulla, anche il mio corpo ne ha bisogno“, ha detto il Cabroncito dopo il round olandese a DAZN. “Non voglio essere preoccupato per la spalla, il braccio, tutto. L’obiettivo è tornare ad allenarmi a modo mio: moto, moto e ancora moto. Questo è quello che mi chiede la seconda parte del campionato. Non dico nemmeno che posso vincere, ma essere più regolare e non avere ricadute, che sarebbe la peggior ipotesi“.

Il dolore alla spalla e all’omero destro danno ancora qualche fastidio, a distanza di un anno da quel terribile incidente a Jerez. Alla ripresa della stagione MotoGP che Marc Marquez rivedremo in Austria? Sarà al 100%? “Spero che la percentuale sia alta, ma al momento è sconosciuta“. Ancora troppi gli alti e bassi nei week-end di gara. Ad Assen era persino in dubbio la sua partecipazione. “Mercoledì, senza fare nulla di particolare, ho chiamato Alberto Puig e gli ho detto che non sapevo se avessi potuto guidare nel weekend. Ho avuto un sacco di irritazione, giovedì mi ha curato il fisioterapista e venerdì ero pigro. Ma durante il fine settimana è migliorato. Non è peggiorato. È un po’ strano quello che mi sta succedendo“.

Un pizzico di fortuna non è certo mancato a Marc Marquez nelle prime sette gare dal rientro in MotoGP. Molte le cadute, nessuna con conseguenze incisive. Paga lo scotto di una moto ancora difficile da gestire e con cui trovare il limite. Il gap dalla vetta della classifica è piuttosto consistente, oltre 100 punti. Questo impone di doversi rassegnare alle speranze iridate per il 2021. La decisione più saggia è ottenere risultati importanti ma, soprattutto, preparare la Honda RC213V per il riscatto nel 2022.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi e Andrea Dovizioso

Test MotoGP, Valentino Rossi cambia programma. ‘Dovi’ più aggressivo

MotoGP, Fabio Quartararo

MotoGP, Fabio Quartararo: “Da Dovizioso aspettiamo info su Ducati”

iker lecuona motogp

MotoGP, Iker Lecuona: “Devo mantenere lo stesso spirito di sempre”