MotoGP, Marc Marquez a Portimao

MotoGP, Marc Marquez: il fisioterapista racconta il lungo calvario

Marc Marquez pronto a tornare in pista dopo 9 mesi di stop. Il suo fisioterapista Carlos Garcia riassume il calvario del pluricampione Honda.

12 aprile 2021 - 14:50

Marc Marquez sta per tornare in MotoGP a distanza di nove mesi da quel terribile incidente di Jerez. Da allora la persona con cui ha avuto più contatti, insieme a suo fratello Alex e ai familiari più stretti, è il suo fisioterapista Carlos J Garcia. Dopo tre interventi all’omero destro e una marea di sedute fisioterapiche, tutti si chiedono in che condizioni tornerà a Portimao. Sicuramente serviranno molti giri prima di riprendere confidenza con la nuova Honda RC213V. Impossibile quantificare il periodo di adattamento prima di tornare in sella.

Le parole di Garcia

A pochi giorni dal GP di Portimao a scrivere sui social è Carlos Garcia: “Non devi dimostrare niente a nessuno, tu sei Marc. Quelli tra noi che gli sono stati vicini in questo momento complicato, sanno che prima dello sportivo c’è una grande persona. Abbiamo dato tutto quello che avevamo e scriverlo è veloce. Ma questi quasi 9 mesi sono stati i più lunghi della nostra vita. Abbiamo rinunciato a tutto con un solo obiettivo in mente. Abbiamo finalmente raggiunto questo obiettivo e questo ci ripaga di tutto quello che abbiamo vissuto, di quello che non abbiamo vissuto e di quello che abbiamo sofferto. Gli ultimi mesi sono stati molto difficili ma abbiamo sempre cercato di vedere la luce alla fine del tunnel“.

Alcuni giorni fa è finalmente arrivato l’ok dei medici a tornare in MotoGP. In quel paddock che gli ha già regalato otto titoli mondiale e che promette di dargli ancora tanto. “In questi mesi ho capito che per avere successo il talento è necessario ma non basta“, prosegue il fisioterapista di Marc Marquez. “Devi aggiungere lavoro, fare quello che devi fare e non quello che ti senti di fare. Alzarsi presto, essere puntuale, costante, saper riposare, avere una dieta sana, allenarsi, soffrire. Tutto senza sapere fino a quando. Tutto nonostante il fatto che i tuoi sogni sfuggano. Tutto con il dubbio di quando potresti competere di nuovo. Sembra che la luce che abbiamo immaginato ogni giorno alla fine del tunnel sia finalmente arrivata“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Jorge Lorenzo

MotoGP, Jorge Lorenzo: “Marc Marquez troppo fiducioso”

tommaso marcon moto2

Moto2: Tommaso Marcon operato, arm pump risolto per il Mugello

MotoGP, Valentino Rossi GP Le Mans 2021

MotoGP, Valentino Rossi: addio o rinnovo? Summit estivo con Yamaha