MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, Marc Marquez: “Fabio Quartararo ha svegliato la Yamaha”

Marc Marquez indica Fabio Quartararo come principale avversario per il prossimo campionato MotoGP. E punge Jorge Lorenzo: "Aveva paura della moto".

22 marzo 2020 - 20:30

Marc Marquez si è cimentato nei panni di commentatore per DAZN rivivendo il GP di Thailandia 2019 di MotoGP. In quella occasione il pilota Honda si è riconfermato campione del mondo. Una gara non casuale visto che in questo week-end era in programma la tappa al Buriram, prima che l’emergenza Coronavirus costringesse al blocco del calendario. L’occasione è buona anche per parlare di questo momento difficile di auto-isolamento. “È difficile. Di tanto in tanto, mio ​​fratello mi presta i cani e io vado a fare una passeggiata, ma devo essere responsabile e rimango a casa“.

Marc Marquez si sta riprendendo dall’intervento alla spalla destra dello scorso novembre. “La spalla, a poco a poco, va meglio. Prima della quarantena, ho fatto motocross. Sta dando più problemi del previsto. Quel nervo si sta attivando e dando segni di vita. I dottori si prendono cura di me“. Nei test invernali ha riscontrato più problemi del previsto in sella alla RC213V 2020. “È stato molto difficile per noi nella preseason. Ma, alla fine, siamo andati nella giusta direzione. Adesso puoi evolvere, ma è molto difficile ottenere qualcosa dal motore. La prima gara sarà senza test“.

MARC E L’AVANZATA YAMAHA

Parla dei suoi avversari, a cominciare da Fabio Quartararo. Il pilota Yamaha è in progressiva crescita e viene indicato come l’avversario più ostico per il futuro. “Batterlo è sempre più difficile. Ha perso dei duelli solo per mancanza di esperienza – ha ammesso Marc Marquez -. Sta imparando e sicuramente nel 2020, quando correremo di nuovo, sarà uno dei rivali da battere. Non è riuscito a vincere, ma ha dimostrato molto. Non è necessario vincere per dimostrare che puoi lottare per il titolo. L’effetto Fabio ha scosso Yamaha“. Nei test IRTA la M1 ha dimostrato grandi passi avanti: “Quando hanno campo libero possono imporre un ritmo, che è la cosa più importante in MotoGP“.

Da quest’ano il team di Iwata potrà contare anche su un collaudatore del calibro di Jorge Lorenzo, suo ex compagno di box. “Ci ha sorpreso a Valencia. L’ho scoperto mentre facevo colazione e su Twitter. Ha avuto difficoltà ad adattarsi. Si è ritirato perché, a suo dire, aveva paura. Forse era a causa della moto. Se adesso ha intenzione di fare una wild card non aveva paura“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

aleix espargaro motogp

Aleix Espargaró: “Momento difficile, ma almeno mi godo i bambini”

ducati motogp

MotoGP, il messaggio positivo di Ducati. “Insieme ne usciremo”

max biaggi

Max Biaggi: “Romano Fenati pilota da top 3 nel Mondiale”