Luca Marini e Valentino Rossi

MotoGP, Luca Marini: “Valentino Rossi motivato a continuare”

Luca Marini parla di Valentino Rossi all'indomani della decisione Yamaha di puntare su Viñales-Quartararo: "In MotoGP serve una finestra di mercato".

31 gennaio 2020 - 9:13

Nella presentazione dello Sky Racing Team al Ranch di Tavullia il grande assente era Valentino Rossi. Da tre giorni Yamaha ha silurato il mercato piloti MotoGP, prima con la riconferma di Viñales, poi l’annuncio di Quartararo, infine il ritorno di Lorenzo. A fare le veci del Dottore c’era Alessio Salucci, che ha parlato di un accordo preso in totale serenità con Yamaha durante l’inverno. Le esigenze di mercato hanno spinto a questa decisione, non c’erano altre alternative per costruire un futuro degno della casa di Iwata.

Luca Marini era tra i protagonisti della presentazione, da lui si attende un salto di qualità che lo proietti in MotoGP quanto prima. L’idea di vederlo insieme a Valentino Rossi nello stesso team è pura fantascienza mediatica. “Tutti puntano al titolo, io spero di essere in lizza. Gli avversari? Jorge Martín e Augusto Fernández, ma pure Tom Lüthi e Lorenzo Baldassarri“. Per approdare in Top Class il titolo Moto2 non è una via obbligatoria, la storia ce lo insegna. “Non necessariamente, basta vedere Quartararo: è arrivato in MotoGP – ha detto a ‘La Gazzetta dello Sport – e ha impressionato“.

LUCA-VALE, NESSUN TEAM FAMILIARE

Il fratello Luca Marini è una delle persone più vicine al nove volte iridato. Insieme condividono gli affetti familiari, ma di recente hanno partecipato alla 8 Ore di Abu Dhabi con un certo successo. Non svela lo stato d’animo di Valentino Rossi, ma qualcosa trapela in sottofondo. “Lui ha chiesto del tempo per valutare il rendimento: la Yamaha ha detto no perché non voleva perdere Quartararo ed ecco questa intesa. Il problema è che servirebbe una finestra di mercato come nel calcio, così si limiterebbero gli equivoci“.

Tantissimi tifosi del Dottore sperano di vedere lui e suo fratello insieme in classe MotoGP, almeno per una stagione. Sarebbe un bel “colpo d’occhio” considerando l’approdo di Alex Márquez in Honda. “Prima devo arrivare in MotoGP, il mio obiettivo, poi Vale deve avere voglia di continuare. Alex ha fatto bene ad andare alla HRC perché ha il pacchetto migliore, lavora vicino al fratello e può avere il paracadute di un altro team Honda. Per me e Vale – ha sottolineato Luca Marini – questo non c’è. La Yamaha ha garantito a Valentino, se vorrà, un appoggio diretto nel team Petronas, ma io dove mi metto? C’è già Franco Morbidelli che va forte“. Ma cosa deciderà di fare Valentino Rossi in ottica 2021? “Lo vedo carico e motivato a proseguire, ma non va ai GP per fare 7° e lui è il primo a saperlo. Il tempo che ha chiesto serve a definire questo“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Aleix Espargaro

Aleix Espargarò: “Strano rivedere Jorge Lorenzo dopo l’addio”

MotoGP, Jorge Lorenzo

MotoGP, Jorge Lorenzo al vetriolo su Johann Zarco

MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, tanti auguri Marc Marquez: a Losail una vittoria per regalo