Valentino Rossi MotoGP 2020

MotoGP, Lorenzo sr: “Per Valentino Rossi tre errori fatali”

Chicho Lorenzo affronta il delicato argomento Valentino Rossi. La sua analisi dopo la peggior stagione MotoGP del campione di Tavullia.

10 dicembre 2020 - 13:17

Chicho Lorenzo e il suo canale YouTube ‘Motogepeando’ sta diventando un punto di riferimento per molti fan della MotoGP. Il papà di Jorge affronta argomenti a 360 gradi senza troppi peli sulla lingua, ma seguendo il suo punto di vista a volte un po’ di parte. In una delle ultime uscite video ha toccato il capitolo Valentino Rossi che, con i suoi 41 anni, rappresenta un caso isolato negli ultimi decenni.

Il Dottore ha archiviato una delle sue peggiori stagioni in carriera, ma proseguirà l’avventura in MotoGP con il team privato Yamaha Petronas, pur contando su un trattamento factory. Sia dal punto di vista economico che tecnico. Quanto influiranno gli ultimi risultati sul carisma leggendario di Valentino Rossi? “Quest’ultima stagione è stata fatale per lui, gli è successo di tutto, non solo in tre gare consecutive in cui è caduto. Quei tre errori che ha commesso sono molto difficili da digerire. Una cosa che è sempre stata nel DNA di Valentino Rossi è che per quanto andasse male nelle prove, domenica avrebbe compiuto il miracolo“.

Il “bunker” delle tre cadute

In una stagione MotoGP “sui generis”, con gare spesso ripetute sullo stesso circuito e nuovi layout, come a Portimao, il veterano non è riuscito ad adattarsi. Molto dipende dai problemi tecnici della YZR-M1, soprattutto nel comparto motori. Secondo Lorenzo senior, però, le problematiche sono più personali e fisiche. “Un altro dei suoi punti deboli sono le lotte a fine gara, che erano uno dei suoi punti di forza. Penso che le tre cadute consecutive proiettino il subconscio in un bunker, una zona di sicurezza che ti fa evitare il rischio“.

Valentino Rossi manca all’appuntamento con la vittoria dal 2017 ad Assen. La domanda che molti si pongono è perché continui a correre. La risposta sembra scontata: continua a divertirsi e, nonostante tutto, è ancora davanti a molti piloti più giovani. Per il papà di Jorge Lorenzo le motivazioni potrebbero essere anche altre. “Deve avere una ragione molto forte per continuare a correre, altrimenti è il sogno di correre con suo fratello…“.

Foto: Getty Images

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, disastro Marc Marquez: Honda cercherà i colpevoli?

biaggi 250cc aprilia - motomondiale

MotoGP, la storia: Aprilia e gli anni gloriosi in 125cc/250cc

marcon moto2

Moto2, Tommaso Marcon: “È il Mondiale, partiamo con molta umiltà”