Team Yamaha MotoGP

MotoGP, Lin Jarvis: “Quartararo-Morbidelli… è un gioco d’azzardo”

Yamaha factory affronterà la stagione MotoGP 2021 con Quartararo e Vinales. Franco Morbidelli resta in Petronas fino al 2022. Una scelta prematura?

9 gennaio 2021 - 10:40

Yamaha manca all’appuntamento con il titolo MotoGP dal 2015, quando Jorge Lorenzo ha vinto tra i due “litiganti” Valentino Rossi e Marc Marquez. Un vuoto che inizia a pesare, che ha costretto modifiche ai vertici di Iwata e a livello ingegneristico, fuori e dentro al box. Richiamare il maiorchino in veste di collaudatore non ha portato i risultati sperati, tanto che Lin Jarvis ha dovuto cambiare rotta virando su Cal Crutchlow per il 2021. Gli errori non sono mancati, soprattutto a monte, vedi il caso valvole dei motori. C’erano grandi aspettative su Vinales e Quartararo, ma alla fine a tenere alta la bandiera è stato l'”inatteso” Franco Morbidelli.

Quartararo-Morbidelli… scelta affrettata?

Con il senno di poi, la Yamaha si è mossa troppo presto per decidere la line-up del prossimo team factory MotoGP? L’alfiere di Figueres è stato riconfermato il 28 gennaio 2020 (prima dell’inizio dei test pre-stagionali). Fabio Quartararo il giorno dopo, nonostante un accordo trovato almeno un mese prima. Il pilota più veloce del marchio nel 2020 resta nel team satellite almeno fino al 2022. I tempi del mercato, ancora una volta, possono giocare dei tiri mancini… “Siamo molto contenti della nostra scelta. Crediamo nei nostri piloti che abbiamo scelto per il 2021 e il 2022“, ha detto il Managing Director Lin Jarvis. “Ci sono sei costruttori e tutti capiscono che il pilota è molto importante se vuoi raggiungere il tuo obiettivo di essere campione del mondo“.

Non è un mistero che Yamaha abbia dovuto blindare Fabio Quartararo con un contratto ufficiale, per non lasciarlo scivolare nelle mani della Ducati. Ma il futuro in MotoGP di Franco Morbidelli è sotto stretta osservazione. “I risultati successivi di Franky in questa stagione sono stati molto, molto buoni. E questo mette Franky in una posizione agevolata – ha aggiunto Lin Jarvis -. Ma bisogna tenere presente che Franky guiderà una Yamaha nel 2022, se confermiamo il nuovo contratto con Petronas. Quindi è sempre difficile. In un certo senso, è gioco d’azzardo. In un certo momento devi fare la tua scelta con tutte le informazioni, con tutte le buone aspettative che hai. Fai la tua scelta e poi corri con essa. Sono contento delle nostre scelte“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi nel box Yamaha

Valentino Rossi e Ramon Forcada: la sfida continua… ma sarà diversa

MotoGP, Danilo Petrucci

MotoGP, Danilo Petrucci: “In Ducati la colpa è sempre del pilota”

Marc Marquez e Alex Marquez

MotoGP, spostamenti tecnici da e verso il box di Marc Marquez