MotoGP, Jorge Lorenzo

MotoGP, Jorge Lorenzo-Yamaha: progetto bloccato dall’emergenza Covid

L'emergenza Covid ha costretto a rivedere il progetto test team di Yamaha dopo l'investimento su Jorge Lorenzo. Il rinnovo non è per nulla scontato.

21 giugno 2020 - 17:29

L’emergenza Coronavirus non solo ha costretto a ridisegnare il calendario della MotoGP, ma a rivedere tutti i progetti e gli investimenti. A cominciare dai test team che avranno ben poco su cui lavorare per il prossimo anno. Yamaha ha deciso di investire su Jorge Lorenzo nel 2020, ma il maiorchino ha compiuto qualche decina di giri in Malesia, giusto per riprendere confidenza con la sua M1. Tra l’altro con la versione 2019. Yamaha e il suo collaudatore avevano in mente un test a Motegi nel mese di aprile e successivamente su circuiti europei. Inoltre c’era in agenda una wild card in Catalunya, probabilmente una seconda a Misano e una terza da definire a campionato in corso.

IL RITORNO DA PILOTA

Purtroppo l’investimento di Iwata non ha ripagato, il Covid-19 ha spinto la Dorna a bloccare ogni wild card per quest’anno. Altrettanto difficile sarà organizzare un test privato con Jorge Lorenzo, dal momento che la maggior parte degli ingegneri del test team è giapponese. E ad oggi arrivare dall’Oriente al Vecchio Continente non è per nulla semplice. Il pentacampione sembrava pronto a tornare in gara per la stagione MotoGP 2021, anche se con i rinnovi di Valentino Rossi e Franco Morbidelli (ormai certi) non ci sarebbe posto per lui in Yamaha. Si è parlato di un ipotetico ritorno nei ranghi Ducati, magari per sostituire Andrea Dovizioso in caso di fallimento della trattativa. Ma i vertici di Borgo Panigale hanno categoricamente smentito.

CONTRATTO DA COLLAUDATORE

D’altronde l’emergenza Covid costringe tutti i costruttori, anche i giapponesi, a ridurre gli investimenti. In tal senso va il congelamento dei motori e dell’aerodinamica anche per il 2021. Yamaha non parteciperà al test di Misano in programma da martedì, per il semplice fatto che non ha nuovo materiale da provare. A questo punto sono in molti a chiedersi se il contratto di tester di Jorge Lorenzo verrà rinnovato anche per il prossimo anno. Tutto si giocherà sulla cifre del contratto… “Se concordiamo un nuovo contratto, deve essere interessante per entrambe le parti“, ha ammesso Lin Jarvis a Speedweek.com. “Al momento posso solo dire: aspettiamo e vediamo quanti giorni di test possiamo fare quest’anno. Quindi decideremo insieme a Jorge se continueremo o meno la cooperazione. Abbiamo un contratto di un anno. Se entrambi riterremo opportuno continuare ne parleremo“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

savadori motogp

MotoGP: Lorenzo Savadori, Aprilia gli ‘regala’ Valencia e Portimao

MotoGP, Maverick Vinales

MotoGP, Maverick Vinales: “Contro Suzuki non possiamo fare nulla”

binder marquez lecuona motogp

MotoGP, la lotta tra rookie: Binder-Márquez appaiati al comando