MotoGP, Jorge Lorenzo

MotoGP, Jorge Lorenzo: “Valentino Rossi ha deluso me e i tifosi”

Jorge Lorenzo commenta l'ultimo week-end MotoGP a Doha: la deludente prestazione di Valentino Rossi, il podio di Jorge Martin e la bagarre tra Miller e Mir.

6 aprile 2021 - 7:57

Tanta carne sul fuoco per Jorge Lorenzo nei panni del commentatore MotoGP. Il secondo round del Qatar ha dato molti spunti critici, a cominciare dalla debacle di Valentino Rossi al primo podio di Jorge Martin, dallo scontro Miller-Mir al primato di Johann Zarco. Sul suo canale YouTube ’99seconds’ l’ex pilota Honda offre il suo peculiare punto di vista. E come sempre senza peli sulla lingua.

Tanti tifosi perplessi per il pessimo week-end in casa Petronas SRT. Specialmente per la partenza di Valentino Rossi dall’ultima fila, mai era arrivato così in basso. Cosa succede nel box #46? “Rossi ha deluso me così come i tifosi. Ci si aspetta sempre molto da Valentino, ma fare 21° in qualifica… Ha detto che non è la peggiore in carriera, ma è difficile trovarla. In gara era fuori dai punti, cosa difficile da trovare una gara per lui senza cadute o fuori dai punti“. Difficile approfondire i motivi che segnano una demarcazione così netta fra Yamaha factory e team satellite, quando fino allo scorso anno sembrava il contrario.

Jorge su Ducati e previsione mondiale

L’attenzione di Jorge Lorenzo si focalizza sulla prestazione super del connazionale Jorge Martin. Nessuno avrebbe pensato di vederlo in testa alla gara così a lungo. E invece… “Martín è uscito come un missile dalla pole position, ha raggiunto la prima curva primo. È riuscito a essere in testa alla gara molto più a lungo del previsto, ha condotto il 75-80% e ha sorpreso tutti. Mi aspettavo che durasse 3 o 5 giri in prima posizione“. L’argomento del giorno è però la bagarre tra Jack Miller e Joan Mir. “Non mi è piaciuto come Jack ha gestito la situazione. Vero che Mir poteva essere molto aggressivo, ma penso che Jack non abbia reagito bene all’uscita dell’ultima curva“. La sua reazione, che la Direzione Gara non ha penalizzato, poteva sortire consegue pericolosissime, “ma grazie a Dio non è stato così“.

Gara MotoGP entusiasmante quella di Doha, che lascia prevedere una stagione imprevedibile ed altrettanto briosa. “Non c’era un chiaro leader“, ha continuato Jorge Lorenzo. L’ex pilota pronostica un campionato con colpi a sorpresa come nel 2020: “Non c’è un dominatore chiaro che fa la differenza e cerca di scappare. Non so se apparirà per tutta la stagione, può essere che man mano che Martin migliora riuscirà a imporre il suo dominio. O che arrivi Marc Marquez e inizi a dominare. Al momento non sembra esserci un chiaro dominatore che vince 3 o 4 gare di fila“. Il secondo grande interrogativo è: Valentino Rossi appenderà il casco al chiodo.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

 

5 commenti

Max75BA
21:06, 6 aprile 2021

…da che pulpito! Il ritiro di Lorenzo è stato decisamente opaco…Rossi va criticato per le prestazioni negative nei primi due gp però trovo decisamente irrispettoso andare oltre….dopotutto ha dichiarato che prolungherà la sua carriera se ottiene dei buoni (pilota da top 5) risultati nella prima metà del campionato, a posteriori potremmo dire che si fosse ritirato nel 2018 avrebbe fatto un figurone però non possiamo ne anche negare in relazione alla sua età che negli ultimi anni ha ottenuto dei podi, non mi sembra poco!

manes
16:41, 6 aprile 2021

Che palle questo qua, gran campione pieno di soldi ma messo malissimo

trediciport_13696908
13:28, 6 aprile 2021

Mbe mi fa specie che qualcuno ancora di illuda, so 16 che sentiamo la stessa solfa della gomma e basta!!! A casa

Makiland
11:36, 6 aprile 2021

Pensa a quando hai smesso tu …

Makiland
11:29, 6 aprile 2021

In ogni caso … se … dovesse farlo hai smesso prima tu …

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Valentino Rossi in vacanza

MotoGP, Valentino Rossi: il conto alla rovescia è partito

MotoGP, Aleix Espargaro

MotoGP, Aleix Espargarò: “Decisivo il cambio ai vertici Aprilia”

crutchlow motogp

MotoGP UFFICIALE Cal Crutchlow per Morbidelli nei prossimi tre GP